F1 2012, McLaren e Red Bull sono vicine secondo Martin Brundle

di Sebastiano Cucè Commenta

L’ex pilota ed esperto di Formula Uno ha assistito di persona ai test di Barcellona, riscontrando il fatto che la Red Bull non ha più il grande vantaggio del 2011. Questo è decifrabile dallo stile di guida dei piloti, non più pulito e sicuro come quello dello scorso anno. Sarà dunque la McLaren la concorrente diretta dei campioni del mondo, anche se Brundle ha spiegato che la Ferrari è in una situazione confusa, ma che può migliorare grazie a gli aggiornamenti che saranno aggiunti prima di Melbourne.



MINACCIA MCLAREN – la squadra inglese sarebbe molto vicina alla Red Bull. Brundle ha tratto tale conclusione perché la guida di Mark Webber non è pulita come quello dello scorso anno, quando la Red Bull riusciva a rimanere incollata in pista.Il pilota è costretto a lavorare di più sullo sterzo.

Le squadre stanno facendo un sacco di long run con tanta benzina, quindi non credo che i tempi assoluti sono così importanti. Devo dire che sono stato un paio d’ore proprio accanto alla pista da corsa questo pomeriggio e la McLaren è sulla buona strada

Brundle ha poi continuato:

La Red Bull sembra buona, come la McLaren, ma non è incollata alla pista come l’anno scorso. Potete vedere Mark Webber lavorando con difficoltà al volante.

CONFUSIONE FERRARI – Brundle ha spiegato che il team di Maranello non è ai livelli di Red Bull e McLaren, ma crede che prima dell’inizio del campionato la squadra italiana subirà diverse modifiche in base ai dati raccolti in questi test.

Invece di fare lunghe percorrenze, come Red Bull e McLaren, stanno ancora cercando di ordinare la propria auto. C’è tempo ancora e metteranno un sacco di aggiornamenti prima di Melbourne. Non sembra così male come la McLaren dell’anno scorso, ma hanno alcuni problemi, non c’è dubbio

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>