Mille Miglia 2012, vince l’Alfa Romeo 6C 1500 Zagato

di Marco Mancini 1

Era una delle auto più “anziane”, eppure è riuscita a vincere la competizione.

mille miglia 2012 vince alfa romeo zagato

Si tratta della Alfa Romeo 6C 1500 Zagato, immatricolata nel lontano 1933, la quale ha vinto la Mille Miglia 2012 nonostante corresse contro auto più “giovani” degli anni ’50. Ovviamente si tratta di una corsa simbolica, non vince chi arriva primo, ma chi corre con maggiore regolarità il percorso che va da Brescia a Roma e ritorno.

E’ terminata ieri la Mille Miglia, edizione 2012, dedicata alle auto d’epoca in un’atmosfera di festa che non sembra affatto legata a quella tensione e fame di vittoria che contraddistingue le corse automobilistiche. Alla fine ha vinto la 6C 1500 guidata da due piloti argentini, auto con quasi ottant’anni sul groppone, ma che corre una meraviglia grazie alla manutenzione ed all’amore del suo proprietario. Seconda in questa competizione simbolica è arrivata la Bmw-328 Roadster del ’39, un’altra vecchietta, guidata da una vecchia conoscenza dell’automobilismo, Giuliano Canè, mentre sul gradino più basso del podio troviamo una Aston Martin Le Mans del 1933. Niente da fare invece per i campioni in carica che guidavano l’unica Lancia Astura rimasta “in vita” sulla Terra, i quali sono rimasti questa volta appena fuori dal podio dato che sono giunti quarti.

john elkannPIU’ SFILATA CHE CORSA – E le star della corsa? John Elkann e Lavinia Borromeo, quasi i testimonial della gara a bordo della loro Fiat 8v del 1954, sono arrivati solo 152esimi su 382 concorrenti. Risultato comunque discreto essendo alla prima esperienza nella gara, anche se non c’era bisogno di essere dei piloti nati per poterla vincere. Ma non fa nulla visto che dopotutto in questo caso vale davvero il detto “l’importante è partecipare”.

A fine corsa, ed anche oggi nella cerimonia di premiazione, è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare la ragazza morta a Brindisi nell’assurdo attentato alla scuola avvenuto ieri. Gli organizzatori erano quasi arrivati a sospendere la gara, ma poi hanno deciso che non sarebbe stato giusto darla vinta agli attentatori ed hanno così deciso per il minuto di silenzio in forma di rispetto nei confronti della famiglia della giovane.

Photo Credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>