NASCAR 2012, Keselowski quarto vincitore

di Davide Piteo Commenta

Dopo aver preso il via da Daytona, ed aver proseguito per il deserto del Nevada e quello dell’Arizona passando per Las Vegas e Phoenix, la quarta del campionato 2012 Nascar, è stata di scena a Bristol nel Sud-Ovest dell’Inghilterra.

STAGIONE INCERTA Però pur cambiando Continente il risultato non cambiato come nella celebre formula matematica della proprietà commutativa,ed il campionato Nascar 2012 sembra aver preso alla lettera la celebre formula aritmetica.

Infatti al termine del quarto Gran Premio stagionale, il risultato non è cambiato, tanto che sul podio è salito il quarto pilota consecutivo diverso, ossia Brad Keselowski, il quale a Bristol non è certo un nome nuovo avendo già vinto nello scorso agosto, centrando cosi il quinto successo in carriera su 93 gare corse nel massimo campionato Nascar.

Il successo firmato da Keselowski ha permesso di portare sul gradino più alto del podio la casa costruttrice Dodge che rappresenta il quarto marchio vincitore in quattro gare consecutive, dunque il primo scorcio di stagione fino a questo momento vive nell’incertezza, che rende senza dubbio ancor più spettacolare il campionato 2012, dove un vero dominatore fino a questo momento non c’è.

La sola nota negativa del Gran Premio di Bristol è stato il pubblico, infatti sulle gradinate del circuito presenti erano 102.000 spettatori, ben lontani dai record degli anni passati, ciò con estrema probabilità dovuto anche alle condizioni meteo incerte e soprattutto agli elevati costi di soggiorno nei giorni della gara.

Se il pubblico sugli spalti ha latitato non raggiungendo cifre  importanti come  nelle passate stagioni, in pista invece lo spettacolo c’è stato ed ha divertito non poco i 102.000 spettatori presenti, che hanno potuto  assistere al duello tra Brad Keselowski e Matt Kenseth. Partito dalla 28° piazza in classifica, al 217esimo giro il vincitore del Gran Premio ha preso in mano le redini del gara,imprimendo un ritmo indiavolato al quale solo Kenseth ha saputo tener testa.

Dopo un bel duello Kenseth ha saputo a sua volta prendere il comando delle operazioni, ma al 390esimo giro nuovamente Keselowski ha ripreso la testa della gara andando cosi a vincere.

Buona anche la prova Martin Truex Jr, Clint Bowyer e Brian Vickers, a cui ha fatto seguito anche quella di Montoya, il pilota colombiano dopo un avvio di stagione decisamente difficile, condito anche da un incidente quasi mortale, pur non salendo sul podio ha centrato un ottimo ottavo posto, dimostrando di esserci e di poter dire la sua.

Tabella dei primi 10
1 Brad Keselowski
2 Matt Kenseth
3 Martin Truex

4 Clint Bowyer
5 Brian Vickers
6 Jeff Burton
7 Jamie McMurray
8 Juan Pablo Montoya
9 Jimmie Johnson
10 Paul Menard Menards

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>