NASCAR 2012, grande spettacolo a Phoneix

di Davide Piteo Commenta

Dopo aver archiviato la Daytona 500, il circo della Nascar ha fatto tappa  in Arizona nella città Phoenix, capitale dello Stato. Se il primo Gran Premio stagionale fu caratterizzato da ben due rinvii, ed il pericoloso incidente che ha visto protagonista Montoya, a Phoenix la musica è stata decisamente diversa. Infatti tutto o quasi è andato per il verso giusto, ed anche il pubblico ha potuto godersi uno spettacolare Gran Premio.

SUPER HAMLIN Su tutti a svettare è stato Denny Hamlin, che in un sol colpo ha conquistato Gran Premio e vetta della classifica, dopo un 2011 decisamente difficile per lui. Infatti nella passata stagione oltre ad avere una non troppo esaltante convivenza con le gomme Goodyear, non è mai stato agevolato neanche dai motori, che spesso e volentieri gli hanno creato qualche problemino.

Però uno dei proverbi più celebri al mondo recita: anno nuovo, vita nuova, cosi Denny ed il suo staff hanno preso alla lettera il celebre detto, tanto da conquistare la vetta della classifica dopo soli due Gran Premi, conquistando a Phoenix la diciottesima vittoria in carriera su 225 Gran Premi corsi.

Dunque una vittoria di squadra ma soprattutto frutto dell’intelligenza del pilota, che ha saputo gestire al meglio i consumi della macchina, evitando un ultima sosta ai box, questa l’arma segreta che gli ha poi permesso di vincere la gara.

Infatti dopo 88 giri Danny ha preso le redini della gara superando Kevin Harvick, che a due giri dal termine ha tentato un attacco ai danni di Hamlin, ma la sua Chevrolet rimasta senza benzina ha fatto si che Harvick alzasse bandiera bianca, arrivando comunque secondo al traguardo, visto l’enorme margine di vantaggio su Greg Biffle.

Discorso diverso per Kyle Busch , il quale dopo aver comandato per 52 giri, nel finale di gara ha perso il passo tanto da non arrivare neanche sul podio. L’unico che poteva competere con Hamlin era senza dubbio Marcos Ambrose, ma a 17 giri dal termine il motore della sua Ford gli ha voltato le spalle, lasciando cosi ad  Hamlin la strada libera fino alla bandiera a scacchi che lo ha incoronato vincitore.

Cosi dopo sole due gare la classifica vede al comando Denny Hamlin, con 89 punti, seguito da Greg Biffle con 83 punti, Kevin Harvick  con 81 punti, Matt Kenseth con 79 punti  e Dale Earnhardt Jr con 72 punti.

Ordine di arrivo dei primi 10
 1 Denny Hamlin
2 Kevin Harvick Rheem
3 Greg Biffle

4 Jimmie Johnson
5  Brad Keselowski Miller
6 Kyle Busch
7 Martin Truex Jr.
8 Jeff Gordon Drive
9 Mark Martin
10 Joey Logano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>