Novecento mai visto: From Albers to Warhol to (now), i capolavori dalla Daimler Art Collection in mostra a Brescia

di Giuseppe Benevento Commenta

Warhol MB300SL - UltimoGiro.comArte e automobilismo. Due mondi apparentemente lontani che in realtà si fondono ogni volta che una nuova vettura viene disegnata. È quindi comprensibile perché una casa automobilistica come Mercedes-Benz abbia deciso di raccogliere una collezione di capolavori d’arte, in particolar modo collegati al mondo dell’automobile, che vanno a formare la nota Daimler Art Collection.

Dal prossimo 8 marzo 2013 al 30 giugno 2013, le opere che formano la Daimler Art Collection saranno ospitate per la prima volta in Italia presso il Museo Santa Giulia di Brescia, città cara alla casa di Stoccarda per la celebre Mille Miglia. In questo arco di tempo sarà visitabile la mostra “Novecento mai visto: From Albers to Wharhol to (now)“, curata dalla dott.ssa Renate Wiehager e composta da 230 opere firmate da 110 artisti internazionali, che copre un arco artistico temporale che va dal 1909 ad oggi.

Le opere, classici che vanno del Costruttivismo all’Arte Concreta, passando per il Minimalismo e le Tendenze Concettuali, non sono solo tele o sculture, ma anche installazioni, video, e foto di alcuni tra i più noti artisti dell’arte contemporanea con una sezione dedicata all’automobile, vera musa ispiratrice dell’evento artistico. La ricca mostra includerà anche due nuovi lavori di Nic Hess e Luca Trevisani oltre a un interessante percorso completamente dedicato all’arte italiana andando da De Chirico fino a Cattelan.

La mostra Novecento mai visto è una ulteriore conferma dell’impegno di Mercedes-Benz Italia ad andare oltre la semplice vendita di autoveicoli organizzando iniziative, come già avvenuto per il Calendario della Stella 2013, che valorizzino non solo il proprio brand, ma anche il territorio in cui tali iniziative sono realizzate. La Casa con la Stella, inoltre, fornirà tutto il supporto necessario per un ottimale svolgimento della mostra integrandola nelle proprie attività di comunicazione.

Infine, per avvicinare il mondo della scuola media inferiore a superiore all’arte, la mostra sarà visitabile anche dagli studenti della città di Brescia e della provincia della città lombarda per mezzo di un servizio di autobus organizzato da EvoBus Italia, società del Gruppo Daimler.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>