Patente, ecco il testo di legge con le novità da gennaio 2013

di Gtuzzi 1

Sono stati modificati sia i titoli che i limiti di età per la patente: è quanto è stato sottolineato dalla circolare Prot. Div. 5 N.28368 del 18 ottobre 2012 emessa dal Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti.

patente novità gennaio 2013
A partire dal prossimo 19 gennaio 2013, infatti, si potranno applicare del tutto le disposizioni che sono contenute nel Decreto legislativo 59 del 2011, in cui sono state recepite diverse norme della direttiva comunitaria 126 del 2006, comprese alcuni riferimento alle patenti di guida.

patente novità gennaio 2013NUOVE CATEGORIE

Infatti, il nuovo testo di legge introduce delle inedite categorie di patenti, ma anche delle interessanti novità che riguardano l’età minima.
Ad esempio, il patentino per guidare i ciclomotori viene trasformato in una patente e vengono inserite anche delle nuove categorie, come la patente AM, con cui si potranno guidare i ciclomotori a due ruote, con una velocità massima che non va oltre i 45 km/h, oppure con una cilindrata pari o sotto i 50 centimetri cubi (nel caso in cui il ciclomotore è a combustione interna), mentre per i ciclomotori elettrici la potenza da rispettare è quella di 4 kW.
Ad ogni modo, con l’ottenimento della patente A1, si potranno guidare motocicli fino ad una cilindrata massima pari a 125 centimetri cubi o con una potenza massima pari a 11 kW o, ancora, con un rapporto tra potenza e peso che non va oltre la soglia di 0,1 kW/kg.

Ecco il testo della circolare

Circolare Prot. Div. 5 N. 28368 del 18/10/2012
emessa da: Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti

Titolo/Oggetto
Circolare n. 28368 del 18/10/2012Applicazione delle disposizioni di cui al decreto legislativo 18 aprile 2011, n. 59. – Nuovi limiti di età per il conseguimento delle patenti di guida a decorrere dalla data del 19 gennaio 2013
testo N. 28368: Applicazione delle disposizioni di cui al decreto legislativo 18 aprile 2011, n. 59. – Nuovi limiti di età per il conseguimento delle patenti di guida a decorrere dalla data del 19 gennaio 2013
Il 19 gennaio 2013 saranno integralmente applicabili le disposizioni del decreto legislativo 18 aprile 2011, n. 59, con cui è stata recepita, tra l’altro, la direttiva 2006/126/CE in materia di patenti di guida. Come noto, tale decreto legislativo – oltre a prevedere nuove categorie di patenti di guida – introduce importanti novità sull’età minima per conseguire alcune di esse.
Si evidenzia che le modifiche più rilevanti sono quelle sotto indicate:
a) introduzione della patente di guida della categoria AM, in luogo del certificato di idoneità alla guida dei ciclomotori;
b) introduzione della patente di guida della categoria A2, in luogo della patente di guida della categoria A per accesso graduale;
c) introduzione della patente di guida della categoria A per la guida dei tricicli di potenza superiore a 15 kW per i candidati che hanno compiuto 21 anni;
d) innalzamento dell’età minima per il conseguimento della patente di guida della categoria A a 24 anni (ovvero 20 anni per chi ha conseguito la categoria A2 da almeno due anni);
e) introduzione della patente di categoria C1, per il cui conseguimento è necessario aver compiuto 18 anni;
f) innalzamento dell’età minima per il conseguimento della patente di guida della categoria C a 21 anni;
g) introduzione della patente di categoria D1, per il cui conseguimento è necessario aver compiuto 21 anni;
h) innalzamento dell’età minima per il conseguimento della patente di guida della categoria D a 24 anni.
La Commissione europea, al riguardo, ha precisato che tutte le patenti rilasciate dagli Stati membri a decorrere dal 19 gennaio 2013 dovranno inderogabilmente conformarsi alle disposizioni della direttiva 2006/126/CE, mancando nella stessa una disposizione transitoria che disciplini il caso di chi abbia iniziato l’iter per il conseguimento di una categoria di patente in vigenza di requisiti di età minima inferiori.
Conseguentemente, è necessario portare a conoscenza dei candidati che le patenti da rilasciarsi a decorrere dal 19 gennaio 2013 si conformeranno alle categorie consentite in relazione all’età del candidato.
Così, a titolo di esempio, se un candidato al conseguimento della patente di guida di categoria D, ventitreenne, sostiene l’esame dal 19 gennaio 2013, allo stesso dovrà essere rilasciata una patente di categoria D1.
Tanto premesso, si invitano codesti Uffici:
– a voler dare massima diffusione possibile presso l’utenza di quanto sopra, anche a mezzo di affissione di avvisi;
– al fine di contemperare nella misura massima consentita il rispetto della predetta disciplina comunitaria con gli interessi dei candidati che abbiano avviato ma non concluso l’iter per il conseguimento di una patente di guida di categoria A per accesso graduale o diretto, ovvero di categoria C o D, di accordare priorità alle sedute di esame teoriche e pratiche per le predette categorie di patenti, ove ciò sia compatibile con le scadenze dei fogli rosa relativi ad altre categorie.
Il CED di questa Direzione provvederà quanto prima ad inserire nella stampa dei fogli rosa analoghe avvertenze.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>