Per la Ferrari utili in crescita e investimenti in Formula Uno

di Alba D'Alberto Commenta

nuova ferrari 458

Dopo la riunione del Consiglio di amministrazione della Ferrari sono usciti i dati sull’utile netto dei primi tre mesi del 2014. I dati sono ottimi con utili a 57 milioni di euro e ricavi a 620 milioni di euro. Un più 5% con la decisione di mantenere la produzione sotto le settemila auto. Dalla Ferrari parlano di crescita di tutti gli indicatori economici mentre è in uscita la nuova California T. Le vetture omologate consegnate sono diminuite del 6% rispetto allo scorso anno, ma il fatturato è cresciuto del 12,6%.

In continua crescita la posizione finanziaria della Ferrari che arriva a livelli record vicina al miliardo e mezzo di euro. Il dato è raddoppiato negli ultimi due anni ed è in continua crescita.

Qual è il mercato più attivo per la Ferrari?

La domanda è consistente negli Stati Uniti, dove è cresciuta dell’8%, è in crescita nel Medio oriente, del più 6%, in Giappone, con dati che sono quasi raddoppiati a confronto con l’anno precedente, e in Cina, in crescita del 4%. In Cina si aspetta la 458 Speciale visto che gli ordini sono aumentati in questi primi tre mesi del 2014 del 42% nella Repubblica Popolare Cinese, a Hong Kong e a Taiwan. In Europa c’è una buona domanda nel Regno Unito, in crescita del 3%, che si conferma il mercato migliore nel continente. In Germania un limitato abbassamento delle vendite che è anche coerente con la strategia di basarsi meno sui mercati più maturi. In Italia dati in crescita del 13%.

Il Presidente della Ferrari Luca Cordero di Motezemolo conferma la strategia e ha affermato: “Anche quest’anno vogliamo mantenere sotto le 7 mila vetture la produzione totale aumentando i risultati economici. Un impegno ancora più sfidante visti i forti investimenti nel prodotto e nella Formula Uno”. In Formula Uno la Ferrari punta a investire per avvicinare la Mercedes come ha detto Montezemolo: “La Formula Uno necessita di uno sforzo eccezionale, anche economico, per recuperare il divario con gli avversari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>