Salone di Pechino 2012, sarà svelata la Lamborghini Urus

di Marco Mancini Commenta

La nuova Lamborghini Urus sarà svelata al prossimo Salone di Pechino 2012. In forse la sua presenza fino all’ultimo, alcune foto lasciate trapelare dallo staff che sta allestendo l’evento che aprirà le porte al pubblico il prossimo 27 aprile non lasciano più dubbi.

salone di pechino 2012 lamborghini urus

Si tratta del famoso SUV di cui si parla da qualche settimana e che appena due giorni fa era stato confermato nel motor show cinese.

Nei giorni scorsi però si è sempre parlato del SUV Lamborghini, senza conoscerne il nome. Sarà dunque Urus, come il nome di una montagna del Perù, di certo scelto non a caso. Rispetto alle altre Lamborghini a cui siamo abituati infatti, questa sembra davvero una montagna. Si tratta ovviamente di una supercar con prestazioni altissime, le cui caratteristiche tecniche ancora non sono state svelate. Almeno ufficialmente.

lamborghini urusDATI TECNICI TRAPELATI – Si vocifera infatti che si tratterà di una 4×4 alimentata da un 5,2 litri V10 da 600 cavalli circa. Il modello che vedremo a Pechino sarà verniciato di rosso sullo stile della Lamborghini Aventador J, presentata a Ginevra il mese scorso, e sembra un’auto a metà tra un Porsche Cayenne (come eleganza) e un Range Rover Evoque (come “prestanza fisica”). Sarà lunga 4,99 metri, alta 1,66 m e larga 1,99 m, avrà posto però solo per 4 persone che siederanno su sedili in pelle. Dalle prime immagini si distinguono anche un tetto che “scivola” verso il retro ed un lunotto molto inclinato. Il frontale ha un muso a freccia, con linee molto decise.

Ufficialmente Urus sarà il “figlio” della Lm002, modello del 1986 che per primo unì il concetto di fuoristrada sportivo a quello del lusso e dell’eleganza che poche case automobilistiche possono permettersi. Inoltre, a quanto pare, presto avrà dei fratelli. Urus infatti sarà soltanto il primo dei SUV in casa Lamborghini, ed anche se per ora si tratta soltanto di modelli che sono nella mente dei progettisti, l’idea è di crearne altri in futuro. Peccato che non lo vedremo su strada prima del 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>