Alfa Romeo Giulietta chiude il 2012 come leader di segmento in Italia

di Giuseppe Benevento Commenta

In un periodo di crisi come quello che stiamo attraversando in cui il mercato dell’automobile soffre in tutta Europa ed in particolare nel nostro Paese, c’è ancora qualcuno che può, se non gioire, almeno sorridere per i risultati ottenuti. E lo fa uno dei marchi che hanno scritto la storia dell’automobilismo in Italia: Alfa Romeo.

Alfa Romeo Giulietta, leader di segmento a fine 2012 - UltimoGiro.com
L’ultimo bimestre 2012 si chiude per il biscione dell’automobile con 1798 Alfa Romeo Giulietta immatricolate nello Stivale. Numeri che fanno conquistare alla Giulietta il titolo di berlina 2 volumi 5 porte più venduta degli ultimi due mesi del 2012 riconquistando il primato che l’aveva vista leader da aprile a luglio del passato anno.

Alfa Romeo Giulietta - UltimoGiro.comLa Giulietta non ha subito, quindi, l’aggressivo avvento del nuovo modello della sua principale rivale tedesca, chiudendo il 2012 con un totale di quasi 30000 immatricolazioni che ha contribuito al raggiungimento di oltre 42000 vetture Alfa Romeo vendute in Italia (circa il 3% della quota di mercato in Italia). Tali numeri sono dovuti al successo avuto dalla nuova versione di Alfa Rome Giulietta 1.4 Turbo bi-fuel da 120 CV, rappresentante il 15% circa delle vendite totali del modello, che offre una potenza massima di 120 CV (88 Kw) a 5.000 giri/min, una coppia massima di 206 Nm (21 kgm) a 1750 giri/min, una velocità massima di 195 Km/h ed un’accelerazione da 0-100 Km/h in 10,3 secondi. Le buone prestazioni, congiuntamente agli alti prezzi dei carburanti, hanno sicuramente favorito il successo del modello bi-fuel che probabilmente continuerà a macinare immatricolazioni anche nel 2013.

Alfa Romeo Giulietta, retro - UltimoGiro.comImmatricolazioni che sono state e saranno favorite anche grazie anche all’ingresso della versione 1.4 Turbo Benzina da 105 CV a 5000 giri/min (coppia 206 Nm a 1750 giri/min) proposta all’interessante prezzo promozionale di € 15.950 e include di serie il sistema Start&Stop. Per non parlare, poi, del programma LiberaMente Alfa, il modo più semplice per diventare (o continuare ad essere) un alfista. Bastano infatti un anticipo variabile tra 0% il 50% (il valore dell’usato dato in permuta può far parte dell’anticipo) e 36 rate mensili. Allo scadere dei tre anni, starà all’alfista decidere se riscattare l’automobile, restituirla al proprio concessionario di fiducia senza alcun costo aggiuntivo o, ancora meglio, sostituire la vecchia Alfa Romeo con una nuova. Inoltre, nel programma LiberaMente Alfa è inclusa la garanzia estesa di tre anni a Km illimitati, l’assistenza sulle strade di tutta Europa, la manutenzione programmata e l’assicurazione su credito con cui si può ottenere il rimborso totale o parziale delle rate residue in caso per eventi imprevisti si debba interrompere il programma di credito.

Se i presupposti sono questi, c’è da giurarsi che il 2013 non sarà meno brillante per l’Alfa Romeo Giulietta, specie se si considera anche la possibilità di esaltarne le performance con il pack Sportività o l’eleganza con il pack Collezione. Ai numeri, quindi, l’ultima parola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>