Alfa Romeo, la nuova spider si chiamerà Duetto?

di Gtuzzi 2

Alfa Romeo e Mazda hanno comunicato da poco tempo che la loro collaborazione, da poco stipulata, porterà alla realizzazione di una nuova versione spider.

alfa romeo mazda spider duetto
I due marchi, infatti, si daranno da fare per realizzare una vettura roadster/spider che verrà sviluppata a partire dalla piattaforma che verrà utilizzata per la nuova generazione della Mazda MX-5.
Certamente la collaborazione tra i due marchi era stata annunciata in via ufficiale, mentre fino a poche ore fa erano poche le informazioni per quanto riguarda la vettura che nascerà da questo accordo.

alfa romeo mazda spider duettoPOTREBBE CHIAMARSI DUETTO. Infatti, in base a quanto sostenuto da Car and Driver, la nuova Alfa roadster prenderà il nome di Duetto e avrà in comune la medesima piattaforma sfruttata per sviluppare la prossima generazione di Mazda MX-5.
Per il momento non sono ancora state confermate ufficialmente le voci che riguardano la gamma di motorizzazioni: ad ogni modo, ci sono elevate possibilità che a dare la spinta alla nuova vettura italo-giapponese sia il motore a quattro cilindri turbo da 1,7 litri Tbi ad iniezione diretta.
La potenza massima che sarà in grado di esprimere tale propulsore, verrà trasmessa solo alle ruote posteriori, grazie alla presenza di un cambio manuale a sei rapporti: in alternativa, però, c’è anche la possibilità di puntare sul cambio a doppia frizione con sette marce.

MOTORI E TRASMISSIONI DIFFERENTI. Inoltre la potenza complessivamente raggiunta dalla nuova Alfa Duetto si aggirerà intorno ai 250 cavalli: sicuramente un ottimo risultando, tenendo in considerazione il peso complessivo della vettura, che supera di poco i 1000 chilogrammi. Sia Mazda che Alfa Romeo hanno voluto evidenziare come, nonostante ci sia in corso questa collaborazione, verranno realizzati motori e trasmissioni con caratteristiche differenti tra loro.
I due marchi impegnati in questa collaborazione momentanea promettono che la nuova sportiva spider farà il suo debutto sul mercato a partire dal 2014, mentre Pininfarina non dovrebbe far parte di questo progetto, nonostante sia il costruttore che ha ideato la Duetto originaria.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>