Aston Martin, la gamma Lagonda rinascerà con tre modelli (parola di Ulrich Bez)

di Riccardo Guerra Commenta

Foto: AP/Lapresse

Il management della casa automobilistica Aston Martin sta ancora valutando in che modo resuscitare il brand Lagonda, di cui è proprietaria: l’intenzione c’è tutta, ma manca un progetto ben definito per riportare al fasto di un tempo il marchio. Il costruttore di Gaydon ha intenzione di utilizzare Lagonda per produrre veicoli particolari, inediti, originali, diversi (non necessariamente sportcar) che, altrimenti, non potrebbe realizzare senza disturbare la tradizione Aston Martin (come ad esempio un SUV). Inoltre, ha intenzione di progettare veicoli espressamente dedicati a quei Paesi dove l’utilizzo di una supercar non è cosa semplice (ad esempio in Russia). Sulla base di questi presupposti, dunque, possiamo assicurare che la casa automobilistica Lagonda rimarrà un brand indipendente e che senza dubbio avrà poco in comune con la gamma Aston Martin (anche il design sarà differente). Rimane il problema: come riesumare Lagonda?

Sembra che il Chief Executive Officer di Aston Martin, cioè Ulrich Bez, abbia ammesso la possibilità che siano tre modelli, e non uno soltanto, ad entrare ufficialmente sul mercato per riportare in vita il brand Lagonda: nei progetti del management ci sarebbe posto per un crossover di lusso di grandi dimensioni, per una berlina Premium molto raffinata e per un crossover più soft di mezza taglia (alla stessa stregua di Audi A4 Allroad e di Audi A6 Allroad). Il nuovo SUV Lagonda sarà lanciato per primo e sarà realizzato sulla piattaforma della nuova generazione di Mercedes ML (che sarà presentata durante il Salone di Francoforte 2011, nel mese di settembre); lo seguirà la tre volumi di grandi dimensioni (segmento F?), che probabilmente condividerà il pianale con la nuova generazione della limousine Maybach (Aston Martin ha, infatti, stretto un accordo con Daimler per dare vita alla seconda generazione della tre volumi di lusso).

Purtroppo, non possiamo sapere quando saranno commercializzate le vetture Lagonda che il brand britannico di Gaydon sta ancora decidendo se produrre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>