Audi, un milione di vetture costruite in Cina

di Riccardo Guerra Commenta

Torniamo ad occuparci di Audi e della sua volontà di diventare IL marchio Premium del mondo automobilistico globale entro il 2018 e di non rimanere UN brand Premium soltanto. Se questo vi sembra un capriccio di una bisbetica indomabile, non avete ancora avuto modo di sentire la notizia più importante, per la casa automobilistica, di oggi: Audi è riuscita a produrre il milionesimo veicolo in Cina, dopo ventidue anni di permanenza in quel mercato. Quel mercato che, oggi, rappresenta quello in più forte espansione, tanto da aver superato, per dimensione, quello degli Stati Uniti e da aver occupato le menti dei manager automotive per molto tempo, in questi ultimi anni.

Dal 1988 ad oggi, Audi ha importato 50.000 veicoli con i Quattro Anelli: la restante parte, 950.000 vetture, sono state prodotte a Changchun, grazie alla partnership con l’azienda FAW. Lì, nello stesso impianto di Changchun, è uscita la milionesima autovettura del marchio Premium del Gruppo Volkswagen, un’unità di Audi Q5 verniciata di blu metallizzato. Prosegue il periodo florido della casa automobilistica, dopo un 2009 chiuso con un successo del tutto contrastante con le disfatte di buona parte dell’emisfero automotive. Il 2010? a questo punto, dopo il superamento di un traguardo come quello di oggi, sembra sempre più fortunato e sorridente per Audi.

Rupert Stadler, Presidente del Consiglio d’Amministrazione di Audi, ha dichiarato: “Questo record è un’altra pietra miliare nella storia di Audi in Cina. Siamo stati il primo marchio Premium in Cina ventidue anni fa e siamo stati il leader indiscusso di mercato in questo segmento da allora. Una storia di successo di cui siamo estremamente orgogliosi”. Dopo aver sistemato il record sullo scaffale dei buoni risultati, in Audi non si depongono le armi: entro tre anni da oggi, si tenta di raddoppiare la produzione, e cioè di raggiungere quota due milioni prima del termine del 2013. La casa automobilistica di Ingolstadt si può strofinare le mani anche per il fatto che è stata la prima realtà automobilistica Premium ad ottenere questa cifra di costruzione di veicoli in Cina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>