Cadillac Urban Luxury Concept al Salone di Los Angeles 2010

di Riccardo Guerra 1

La casa automobilistica di lusso statunitense Cadillac ha diffuso le prime immagini di un prototipo di utilitaria come mai visto prima d’ora in mezzo alla gamma dello stesso produttore motoristico: la chiamano Cadillac Urban Luxury Concept. La nuova citycar Premium, qui raffigurata dalla galleria ufficiale, verrà mostrata al Salone di Los Angeles 2010, anche se per ora non possiede un futuro ben definito e anche se momentaneamente non possiamo dirvi se davvero questa arriverà in listino oppure se la citycar compatta rimarrà nei desideri inespressi di Cadillac.

Perché un costruttore abituato a maneggiare dimensioni importanti scende a compromessi con la mobilità cittadina e stringe un patto con i parcheggi cittadini striminziti? La filosofia sembra essere questa: Aston Martin, fabbricante di automobili di lusso, ha realizzato una citycar, Cygnet, dall’oggi al domani e, nello stesso tempo, la casa automobilistica BMW sta mettendo a punto una famiglia di veicoli, denominati Megacity, di lunghezza-altezza-larghezza contenute e con trazione anteriore. “Perché non posso farlo anch’io, se loro ci riescono” dice, assorto, Cadillac, alla vista di simili rivoluzioni. Detto, fatto: la nuova Cadillac Urban Luxury Concept, con la sua linea tagliente e granitica, con il profilo piuttosto rigido, spiovente, misura 3,85 metri di lunghezza, 1,73 metri di larghezza e 1,44 di altezza ed ha un passo di 2,46 metri di lunghezza.

Il prototipo di utilitaria americano, Cadillac Urban Luxury Concept, viene equipaggiato con una sperimentale architettura semi-ecologica: un propulsore benzina tre cilindri in linea sovralimentato di 1,0 litri di grandezza viene affiancato ad un motore elettrico di supporto, al dispositivo Start&Stop, alla trasmissione automatica a doppia frizione a secco e al sistema KERS di recupero dell’energia cinetica in frenata e di riconversione. La matita è quella delle più moderne autovetture della gamma di Cadillac, con qualche eccentricità e stranezza da kermesse, come le due portiere singole che si aprono a forbice, cioè alzandosi verso l’alto facendo perno e ruotando su un punto, e che avanzano verso la parte frontale di Urban Luxury Concept per permettere di salire e scendere comodamente sia dalla fila anteriore che da quella posteriore.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>