F1 GP Malesia 2012, Kovalainen partirà penalizzato

di Marco Mancini Commenta

Le monoposto di Formula Uno non sono nemmeno partite per la Malesia che già ci sono le prime penalizzazioni. A farne le spese è Heikki Kovalainen, il pilota della Caterham, che dopo il danno dovuto al ritiro nel primo Gran Premio della stagione, ora si dovrà accollare pure la beffa della penalizzazione di 5 posizioni nella prossima gara.

Il problema è legato al nuovo regolamento che prevede che in caso di safety car non si possa sorpassare alcuna auto almeno finché l’auto di sicurezza non esce di pista e non si supera la linea di partenza. Ma il guaio è avvenuto anche non a causa sua. Ma ricapitoliamo la vicenda.

COSA E’ ACCADUTO – La safety car è dovuta entrare in pista, ironia della sorte, perché c’era da rimuovere l’auto del suo compagno di squadra, Vitaly Petrov, che si era bloccata a centro pista a causa di un guasto allo sterzo. In regime si safety car alcune auto erano entrate nei box. Una volta che Vettel stava per uscire dalla corsia del pit stop, Kovalainen avrebbe dovuto dargli precedenza e lasciarlo passare. Il finlandese invece ha continuato a correre come se nulla fosse, passando davanti al pilota tedesco. I giudici di gara hanno interpretato questo gesto come un tentativo di guadagnare una posizione illecitamente e così hanno deciso di penalizzarlo per la prossima gara.

Lì per lì infatti non se n’erano accorti nemmeno loro, ed infatti Kovalainen ha continuato la sua gara fino al ritiro per un problema tecnico, ma solo analizzando le immagini televisive si sono accorti della violazione del regolamento, di cui a dir la verità nemmeno lo stesso pilota della Caterham si era accorto. Risultato di tutto questo: nel prossimo Gran Premio di Sepang, qualsiasi sarà la posizione conquistata in qualifica da Kovalainen, verrà retrocesso di 5 posti. Un inizio di stagione peggiore di questo la Caterham non poteva proprio prevederlo.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>