F1 2012, Ferrari smentisce licenziamento di Massa

di Sebastiano Cucè Commenta


Felipe Massa non verrà sostituito durante la stagione, a meno che il brasiliano non sprofondi continuamente come l’ultima domenica a Melbourne. Cacciate le voci sul licenziamento la squadra italiana sta preparando in vista del Gran Premio della Malaysia un nuovo telaio che possa agevolare la guida del pilota. Nel frattempo però spuntano i nomi dei possibili candidati. Tra questi Perez è il favorito, ma si fanno avanti nomi come Adrian Sutil e Jarno Trulli.



MASSA IN BILICO – La politica in casa Ferrari non ha mai mandato via un pilota dopo poche gare e questo non accadrà neanche per Felipe. Al massimo potrebbe succedere sul fine della stagione, ma non prima. Interpellato il portavoce della Ferrari, Luca Colajianni, ha detto

Queste voci sono senza fondamento

L’uomo in rosso ha precisato il fatto che in occasione della prossima gara a Sepang, la Ferrari sta procurando un nuovo telaio al brasiliano che gli permetta di raggiungere almeno le prestazioni del compagno Alonso. Massa dopo la gara in Australia ha spiegato

Il mio telaio non è tanto diverso da quello di Fernando, ma le mie gomme morbide si sono consumate dopo appena 5 giri


DIFFICILE MANDARE FELIPE – Ci sono buoni motivi che rendono difficile un prematuro divorzio tra la squadra ed il pilota. Prima di tutto, perchè il manager di Massa è Nicola Todt, il figlio dell’attuale presidente della FIA, nonché dell’uomo che in passato ha avuto un ruolo chiave all’internlo del team italiano. L’influenza di Todt sulla Ferrari non ha scarsa considerazione. Successivamente perchè la FIAT, che nel suo gruppo detiene anche la Ferrari, ha forti interessi in Brasile. L’azienda italiana è presente nel sud america da sette anni e per il 2012 sono previste vendite che passano il milione di auto, indi per cui Felipe è indispensabile per questioni di immagine

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>