General Motors, due nuove utilitarie in via di sviluppo

di Riccardo Guerra 1

Il risultato del ridimensionamento di un po’ tutto il comparto automotive mondiale o semplicemente il desiderio di entrare in nuove segmenti, forse ancora più interessanti di molti altri, da sempre frequentati? Non sappiamo quale sia il reale sforzo di General Motors, che starebbe sviluppando due nuove vetture da introdurre nel segmento della mobilità cittadina, una citycar tradizionale ed un’utilitaria sfiziosa, che possiamo definire Premium e che possiamo indicare come un’alternativa alla britannica MINI. A beneficiare di questi due nuovi veicoli sarebbe la gamma del costruttore tedesco Opel e di quello inglese Vauxhall.

Il colosso statunitense, dunque, tenta di uscire dalla fanghiglia lasciata da una crisi, di cui aleggia ancora l’odore, utilizzando la chiave delle dimensioni contenute, con una clamorosa inversione di tendenza per il pubblico americano. General Motors vuole tornare ad essere competitiva: l’utilitaria sfiziosa sarà realizzata con stile ricercato, dentro e fuori, e con dettagli di tendenza, mentre la citycar più comune, maggiormente classica (che sia la nuova generazione di Opel Corsa?), sarà realizzata su una piattaforma di nuova progettazione e avrà un costo limitato (una rivale della gamma Dacia, di Tata Nano e dell’annunciata nuova Skoda Felicia?).

Il costruttore statunitense, proprio per limitare il peso di questo investimento, sta sviluppando le due automobili in Sud Corea, ed esattamente appoggiandosi all’azienda controllata GM DAT (General Motors Daewoo Auto and Technology Company, la terza più grande azienda del mercato sudcoreano attualmente). È probabile, tuttavia, che per la citycar Premium di cui sopra abbiamo fatto menzione ci sia la possibilità di realizzazione sul suolo europeo, anche per rispettare uno standard che le permetta di essere realmente competitiva nei confronti di MINI. In merito all’altra utilitaria, quella dal costo ribassato, il sito di costruzione potrebbe rimanere quello orientale, ma non ci sono né conferme né smentite al riguardo. Neppure un riferimento temporale ci è stato concesso: le due nuove vetture General Motors/Opel sono solo alla fase iniziale di messa a punto.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>