GP Cina 2012, la Ferrari migliora e può andare a punti

di Marco Mancini Commenta

Poche ore dopo le qualifiche per il Gran Premio di Shanghai che hanno premiato Nico Rosberg, i ferraristi hanno parole di speranza per la gara.

GP Cina 2012 Ferrari migliora punti

Finalmente entrambe le auto sono andate discretamente, con Alonso arrivato nono e Massa dodicesimo, ed anche se il gap con le altre risulta ancora alto (tra l’asturiano e la pole c’è un secondo e mezzo), la speranza di ottenere i punti è ancora viva visto che le Red Bull sono in piena crisi e davanti, a parte McLaren e Mercedes che sembrano averne più di tutti, non pare ci siano grossi ostacoli.

Alonso CinaLE SPERANZE DI ALONSO – Alonso, memore della vittoria nell’ultima gara, spera ancora che ci sia la pioggia, e stando alle previsioni del tempo pare debba essere accontentato. Magari non punterà al primo posto, ma non si può mai sapere cosa accade. Con la pista scivolosa gli errori sono all’ordine del giorno, e così i maggiori ostacoli potrebbero essere rappresentati più dall’esperienza di un certo Schumacher che dalla velocità dei vari Rosberg o Kobayashi che però hanno ancora tanto da imparare:

Sapevamo che la qualifica sarebbe stata dura, siamo riusciti a entrare nel Q3 grazie anche a Vettel che ha commesso qualche errore e domani ci aspetta una gara ancora in difesa. Potrebbe piovere? Speriamo, in condizioni normali sarà difficile recuperare posizioni, una gara sul bagnato sarebbe un po’ una lotteria e avremmo tutto da guadagnare.

Finalmente sorridente Felipe Massa, arrivato in Q2 e che per poco non raggiungeva la Q3, persa per mezzo secondo:

La macchina è migliorata tra una sessione e l’altra, difficile spiegare come ma è migliorata. Eravamo lì in lotta, potevamo essere tra i primi 10, è mancato poco. Siamo nella direzione per capire tutto e migliorare. In Malesia sono partito 13esimo, qui 12esimo, piano piano si va avanti. Domani avrò una bella compagnia attorno, speriamo di fare un buon lavoro. Stamattina eravamo in difficoltà e da un momento all’altro tutto è migliorato, senza spiegazioni. Vediamo come sarà domani.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>