Gp di Monaco, c’è ancora tanto da raccogliere

di Alba D'Alberto Commenta

Il GP di Monaco è stata una grande sorpresa e forse il pilota che più di tutti ne ha fatte le spese è stato Ricciardo che non è riuscito a tornare in pista prima di Hamilton, perdendo l’occasione di salire sul primo e meritatissimo gradino del podio. Fuori dal podio anche la Ferrari. Ora sia Vettel che Ricciardo cercheranno un riscatto in Canada. 

Il prossimo appuntamento in Canada è molto atteso. Sicuramente vorranno riscattarsi le Ferrari e le Red Bull. Quest’ultima scuderia ha dimostrato di potersi inserire nella lotta per i posti che contano. Ricciardo è in grande forma e quest’anno ha finalmente anche una macchina all’altezza delle sue aspettative.

Toro Rosso F1 Launch

Seb, all’indomani di Monaco si è scusato con i tifosi con queste parole:

E’ stata una gara difficile, penso che avrei potuto fare meglio quando mi sono fermato e sono uscito dietro Felipe. La strategia era giusta, ma avrei dovuto trovare il modo di superarlo. Credo di aver perso lì il podio. Quando ero dietro di lui avevo le gomme intermedie, la pista era molto scivolosa ed era facile sbagliare, ma sento che avrei dovuto trovare lo stesso il modo di farcela. Ieri non avevamo fatto un buon lavoro, finendo fuori dalle posizioni in cui dovremmo essere, tuttavia penso che in tutto il fine settimana siamo stati molto veloci. I pit-stop sono stati fantastici, i ragazzi hanno fatto un gran lavoro e mi scuso per non essere arrivato a podio. Ho provato di tutto per colmare il divario da Perez, di fatto ci sono andato vicino un paio di volte, ma alla fine sono stato anche fortunato a non ‘baciare’ il muro. Adesso bisogna voltare pagina, abbiamo ottenuto punti importanti e dopo sei gare c’è ancora tanto da raccogliere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>