L’auto che si guida da sola diventa realtà in Usa

di Marco Mancini 1

L’auto che guida da sola si farà. A supportare la ricerca verso quella che dovrebbe essere l’automobile più sicura del mondo c’è anche la politica americana, oltre che gli investimenti di diverse aziende automobilistiche e tecnologiche, Google su tutte.

auto che si guida da sola Usa

Nel giro di pochi giorni infatti il Nevada e la California hanno approvato i test drive sulle strade delle automobili con guida autonoma. Queste auto sono dotate di un gran numero di sensori e telecamere che permettono di elaborare i dati e accelerare o frenare nel modo corretto. Secondo Alex Padilla, uno dei senatori che ha proposto la legislazione favorevole a questo mercato, un’automobile autonoma sarebbe in grado di aumentare la sicurezza stradale e ridurre i consumi.

NIENTE ERRORI UMANI – Secondo Padilla infatti quasi tutti gli incidenti automobilistici avvengono per errori umani. Non essendoci più il fattore umano dunque, la possibilità di incidente si riduce drasticamente. Inoltre il meccanismo farebbe in modo che venisse sempre rispettato il limite di velocità e metterebbe in pratica tutte quelle linee di guida sostenibile come procedere alla marcia più alta possibile, spegnere il motore quando l’auto è ferma, ecc. In questo modo i consumi verrebbero ridotti, portando ad un risparmio sia in termini monetari che di emissioni.

google carMa attenzione, ancora non si tratta di quella tecnologia fantascientifica che si vede nei film. Le auto non sono in grado di prendere decisioni in autonomia, né tantomeno reagire autonomamente agli imprevisti. La legge approvata nei due Stati americani prevede che al volante ci sia sempre un essere umano che, essendo dotato di patente, possa prendere il controllo del mezzo quando la situazione lo richiede.

L’auto su cui sono stati fatti i primi test è stata una Prius. Finora è stata provata su circuiti chiusi, ma nei prossimi giorni i californiani potrebbero vedersela sfrecciare vicino sulle autostrade. Molti Stati degli Usa hanno cominciato a prendere in considerazione la possibilità di testare queste auto autonome, e chissà che tra qualche anno non arriveranno anche da noi.

[Fonte: Repubblica]

Photo Credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>