Microsoft entra nel mondo delle auto con il Kinect

di Marco Mancini 1

Apple e Microsoft da anni si fanno battaglia a colpi di trovate tecnologiche, ed il prossimo terreno di scontro potrebbe essere il mercato automobilistico.

microsoft auto kinect

Come la Apple sta cercando di inserire il meccanismo degli smartphone denominato “Siri” come gadget nelle vetture, lo stesso potrebbe fare la Microsoft sfruttando il sistema Kinect. Per chi non lo conoscesse, si tratta di un meccanismo presente sulla console di gioco Xbox 360 che permette di giocare effettuando dei movimenti con il proprio corpo.

L’idea della casa americana è di introdurre un sistema molto simile, dotato di sensori e microfono all’interno dell’abitacolo, che permettano con un semplice gesto della mano di compiere delle azioni. Molto in stile film di fantascienza. Ad esempio con un gesto si potrebbe cambiare la stazione radiofonica, con un altro regolare la temperatura dell’aria condizionata, e via dicendo.

mustangIL PROTOTIPO – Per ovviare al rischio di togliere le mani dal volante o distrarsi, l’obiettivo che si sta studiando in questo periodo è di associare dei comandi vocali ai movimenti del guidatore, in modo da ridurre il meno possibile la distrazione. Il primo prototipo elaborato dall’azienda di Bill Gates è stato denominato progetto Detroit ed è stato installato su una Ford Mustang, e nella dimostrazione ha reso evidente come sia possibile semplificare il cruscotto del lato guidatore eliminando tutte quelle decine di tasti complicati e rendendo tutto più facilmente fruibile con questa tecnologia.

Tra i servizi che sarebbero disponibili con il sistema Kinect ci sarebbero le telefonate, la navigazione internet e satellitare, e persino un futuristico sistema di sicurezza basato sul riconoscimento del volto del guidatore. Tecnologia di domani, sicuramente non disponibile a breve, ma nemmeno tra troppi anni. La tecnologia del Kinect infatti oggi è già usata per operazioni delicate come quelle chirurgiche, e non crediamo ci vorrà troppo tempo prima di adattarla ad un’automobile.

[Fonte: Corriere della Sera]

Photo Credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>