Niente Ferrari per di Resta, il sedile di Schumacher è il suo destino

di Sebastiano Cucè Commenta

Un matrimonio tra la squadra italiana e il pilota scozzese difficilmente si realizzerà. Per il connazionale Sir Jackie Stewart avrebbe fatto un gran piacere, ma Paul di Resta è e rimarrà nelle grinfie della Mercedes.
 niente ferrari per di resta il sedile di schumacher e il suo destino
Coccolato fin dai suoi anni in DTM, la casa dalla stella a cinque punte ha detto che se Schumacher non dovesse rinnovare il suo contratto, allora sarà sicuramente Paul ad affiancare Nico Rosberg nel Campionato Mondiale di Formula 1 del 2013.


paul di resta pilota force india
UN FUTURO SCONTATO – Paul è uno di quei piloti che arriva in Formula 1 con la strada già spianata. Il suo manager è il padre di Lewis Hamilton, ma ciò che più conta è che il pilota scozzese è sempre stato accompagnato dalla Mercedes, con la quale è diventato campione del mondo in DTM prima del grande debutto in F1. Nelle categorie minori, di Resta era un tipo che prendeva a schiaffi tipi come Hamilton e Vettel. L’anno scorso ha dimostrato di essere velocissimo e quest’anno Nick Fry, amministratore delegato della Mercedes nel team stanziato in Inghilterra, ha espresso così il vivo interesse della casa madre:

Paul è sul nostro radar. Ha fatto un lavoro fantastico, è un bravo ragazzo. Lui è un giocatore da grande squadra e lui sarebbe uno dei piloti che guarderemo se Michael dovesse decidere di non voler continuare. Tutti abbiamo un sacco di ammirazione per Paul.

hulkenberg force india
SPINA HULKENBERG – Di Resta però non deve guardarsi solo da Schumacher, ma anche dal giovane tedesco suo compagno di squadra. Nico Hulkenberg ha già debuttato in F1 nel 2010 con la Williams. Ottenne una pole position in Brasile e un’annata molto promettente. Purtroppo venne scaricato per dar posto a Maldonado. Nella fase iniziale di quest’anno è apparso un po’ spento, ma quasi sicuramente tirerà il meglio di sè nelle ultime fasi. Di pro ha il fatto di essere tedesco, requisito al quale la Mercedes tiene molto visto che dal suo ritorno come squadra ha sempre optato per piloti connazionali.

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>