Tesla Model X, nuovo SUV elettrico californiano

di Riccardo Guerra 1

La casa automobilistica statunitense Tesla ha mostrato poche ore fa, di fronte a circa mille persone, la nuova Model X, SUV elettrico in forma di prototipo che si aggiungerà alla gamma del costruttore nel corso dell’anno 2013 e che risponde alla forte domanda di crossover proponendosi come alternativa ecologica alla nutrita concorrenza. La sua produzione è già stata approvata dal management dell’azienda ed avverrà a Fremont, nello stabilimento NUMMI ex-Toyota/General Motors.

SUV A ZERO EMISSIONI La nuova Tesla Model X viene dotata di una meccanica completamente elettrica, la stessa di Tesla Model S (anche la piattaforma è la medesima della berlina del costruttore): ciò significa che il SUV viene spinto da un propulsore elettrico installato sopra l’assale posteriore e connesso con quest’ultimo, con l’ausilio di un pacchetto di batterie agli ioni di litio proposto in tre diverse versioni (40 kWh, 60 kWh e 85 kWh, con autonomie comprese tra 233 chilometri circa e 435 chilometri circa). Mediamente, secondo le indicazioni della casa automobilistica, la nuova Tesla Model X potrà percorrere con una singola ricarica il 10% in meno rispetto alla berlina Model S da cui nasce. Il costruttore offrirà inoltre un inedito sistema di trazione integrale, battezzato Dual Motor All-Wheel Drive, che comprende due motori elettrici aggiuntivi, in grado di spingere l’assale anteriore (il sistema sarà proposto come optional). Il brand ha dichiarato che la nuova Tesla Model X sarà più veloce in accelerazione di Porsche 911: affermazione tutta da verificare.

PORTIERE POSTERIORI AD ALI DI GABBIANO La nuova Tesla Model X viene dotata dello stesso design morbido di Tesla Model S e, per la precisione, le somiglia molto, da qualsiasi angolazioni la si esamini. Il costruttore ha deciso di arricchire però la carrozzeria del SUV con portiere posteriori ad ali di gabbiano, una soluzione tipica più di supercar che di crossover di grandi dimensioni (in questo caso il montante centrale rimane fisso e presente e quindi la soluzione non è così confortevole come appare; Tesla avrebbe potuto usare uno schema privo di montante B come quella sfruttata da Ford per la concept car EVOS e per la nuova B-Max). Nell’abitacolo saranno disponibili sette sedute singole sistemate in tre file parallele: lo spazio abitativo offrirà – secondo quanto dichiarato dall’azienda – abitabilità superiore ad Audi Q7.

UN QUARTO MODELLO IN ARRIVO La casa automobilistica Tesla ha annunciato inoltre che i propri tecnici stanno preparando un nuovo, inedito modello, che dovrebbe essere svelato nel corso dei prossimi due anni.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>