Alfa Romeo 169, indiscrezioni sulla berlina di segmento F del Biscione

di Riccardo Guerra 1

Contemporaneamente alla diffusione di informazioni ed immagini ufficiali della nuova generazione di Chrysler 300, pochi attimi dopo la conferma dello sviluppo, in Europa e per l’Europa, della nuova Lancia Thema, che inaugurerà il legame di fratellanza stretta tra il brand italiano e quello americano (Chrysler, ndr), un’indiscrezione dipinge i contorni – ancora nebbiosi, ad ogni modo – della nuova Alfa Romeo 169, una di quelle automobili che sono state immaginate per risollevare le sorti del Biscione (sempre che questo brand non sia venduto prima, strada facendo).

Alfa Romeo 169, in ordine numerico successiva ad Alfa Romeo 166, sarà come quest’ultima una berlina raffinata di segmento E e sarà realizzata sulla piattaforma denominata LX, presa in prestito dallo scaffale del Gruppo Chrysler: si tratta del pianale che equipaggia già l’attuale generazione di Chrysler 300C e la nuova Dodge Charger. Non sappiamo, tuttavia, se la nuova 169 sarà realizzata all’interno di stabilimenti italiani o se la tre volumi del Biscione sia destinata a linee di montaggio europee o extra-continentali (come quelle americane del Gruppo Chrysler). L’indiscrezione non fa sapere quando la nuova Alfa Romeo 169 sarà pronta per il debutto e neppure se la nuova vettura della casa automobilistica italiana sarà esportata negli Stati Uniti.

La matita che disegnerà la nuova 159 prenderà ispirazione per numerosi dettagli da Alfa Romeo MiTo, da Alfa Romeo Giulietta e da Alfa Romeo 8C Competizione (e probabilmente anche dalla nuova Alfa Romeo Giulia, berlina di segmento D prossima al debutto). Il nome numerico 169 potrebbe essere sostituito da una parola, preferibilmente legata al passato storico del Biscione (come accaduto già per Giulietta e come accadrà per Giulia). Sotto il vestito della berlina di segmento E, Alfa Romeo potrebbe scegliere ed installare i più moderni propulsori e le più recenti tecnologie dello scaffale del Gruppo Fiat (oggi Fiat S.p.A.): pare che arriverà anche un motore V8 twin-turbo, in grado di erogare oltre 400 cavalli (un 3,0 litri, si dice). Una conclusione, forse affrettata: Chrysler 300C viene dotata di trazione posteriore. Se la piattaforma fosse davvero al stessa, Alfa Romeo 159 o come si chiamerà potrebbe più facilmente adottare questa soluzione, chiamata a gran voce dalla folta schiera di appassionati.

Commenti (1)

  1. Da appassionato di belle auto e avendo posseduto con soddisfazione una Alfa 166 dal 1999 al 2004, quando la sostituii con una Jaguar, spero che questa Alfa 169 si faccia sul serio e presto, anche nutro qualche dubbio sull’effettiva volontà di realizzarla!
    Anche la base, la stessa della nuova GHIBLI, è di alto livello!
    Spero davvero che la facciano, anche perchè l’alto di gamma fatto bene ha sempre prodotto ricavi alle Case capaci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>