BMW Serie 6 Shooting Brake, la quarta vettura della famiglia Serie 6

di Riccardo Guerra Commenta

Udite, udite: BMW annuncia un nuovo sviluppo della propria famiglia di veicoli, con una più che inedita automobile, mai prima d’ora anche solo accennata. Il costruttore bavarese, infatti, starebbe lavorando sulla nuova BMW Serie 6, al fine di estendere il bacino d’utenza della grande coupé monacense. Quale declinazione ti tira fuori dal cappello il fabbricante? Una BMW Serie 6 Shooting Brake. Cioè?

Il nome suonerà forse più legato alla sfera Mercedes (che, tuttavia, lo utilizza con la grafia Break), che ha recentemente presentato una concept car con la stessa forma, semplicemente Mercedes Shooting Break. BMW, in realtà, ha già avuto esperienza con questa tipologia di veicoli: BMW Z3 Coupé e BMW Z4 Coupé, due delle numerose figlie della matita di Chris Bangle, vennero realizzate con una carrozzeria molto gonfiata, posteriormente parlando. Con proporzioni simili a quelle delle maggiormente comuni station wagon. Shooting Brake, infatti, identifica quel gruppo di veicoli che miscelano la poca praticità e l’avvenenza delle due portiere con la comodità di un portellone da touring e con una capacità di carico sensibilmente migliorata rispetto alle coupé tradizionali, le tre volumi.

Una declinazione che, pare, sia talmente tanto apprezzata al quartier generale di BMW di Monaco che il costruttore avrebbe già pronto un prototipo da esporre al Salone di Parigi, realizzato sulla base di quella BMW Serie 6 Gran Coupé, presentata al Salone di Pechino: BMW Serie 6 Shooting Brake, dunque, andrebbe ad innestarsi sulla radice della seconda generazione della coupé, come anzidetto, e ne erediterebbe anche la gamma tecnica. I propulsori, in soldoni. Compresa una variante ibrida che da tanto si ipotizza e che ancora nessuno s’è preso la briga di confermare.

Ma per quale motivo il fabbricante di vetture dovrebbe arrischiarsi a produrre BMW Serie 6 Shooting Brake? Autoevolution.com, la nostra fonte, postilla che sia il modo più genuino per far fronte ad una perdita di originalità sul piano stilistico: l’abbandono della matita eclettica e dirompente di Bangle avrebbe sortito un effetto sopente. A tal punto da richiedere un intervento con il sempre vivace genio declinante. Sarà, ma non vedo grandi necessità di una carrozzeria simile: che senso ha una BMW Serie 6 Shooting Brake? Dico a voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>