F1 2012, nell’era Pirelli il setup è la chiave

di Sebastiano Cucè Commenta

Ross Brawn fa il quadro della situazione in vista della sessione europea che la Formula 1 si appresta ad affrontare.
f1 2012 nell era pirelli il setup e la chiave
Secondo l’inglese il segreto per vincere è scegliere la giusta configurazione della macchina, attività ora mai difficile ed imprevedibile a causa delle gomme Pirelli, difficili da interpretare. È necessario scegliere un compromesso, ma quale sarà quello intrapreso dalle squadre da ora in avanti? Macchina veloce per il sabato o auto predisposta in vista del Gran Premio?


f1 news
CAMPIONTO IMPREVEDIBILE – i quattro differenti vincitori nelle quattro prime gare, sono servite a dimostrare che attualmente nessun team è in possesso delle giuste conoscenze degli pneumatici. Brawn ha la stessa impressione di Nico Rosberg e spiega come il 2012 premierà la squadra che meglio saprà configurare la sua auto a porte chiuse:

Non possiamo modificare la configurazione tra le qualifiche del sabato e la gara della domenica. Esse sono sfide diverse, soprattutto con le gomme di quest’anno. Una cosa è sistemare la macchina per un giro veloce, un’altra cosa è renderla veloce e coerente per 70 giri.

f1 news
DOMENICA BESTIALE – allora tutto sembra più semplice, basta trovare una soluzione intermedia per il sabato e la domenica, ma Brawn ha ammesso che non è tutto cosi scontato:

Chiunque sia in grado di anticipare la strategia della domenica, trovando un compromesso anche a scapito delle qualifiche, dovrebbe avere un vantaggio in gara. Purtroppo non è facile prevedere ciò che accade di Domenica.

Recentemente Michael Schumacher ha criticato il rilevante peso delle gomme in questa stagione, tanto da sostenere che molti piloti non corrono al massimo del loro potenziale. Hemberry, direttore sportivo della Pirelli ha peró spiegato che presto le squadre riusciranno a comprendere meglio le gomme e che come il 2011 le gare diventeranno più prevedibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>