F1, Renault fuori dal Mondiale 2010?

di Moreno Commenta

f1_Renault_2009

Si è già detto del clamoroso addio di Toyota alla Formula Uno, annunciato in una valle di lacrime dai vertici del club, giunto peraltro dopo le defezioni di colossi quale la Bmw, la Honda e la Bridgestone, ma pare che per il circo dei motori non sia ancora tutto. Come se non bastasse, arrivano le grosse perplessità di Renault che ha già annunciato di non sapere quale scenario si prospetterà per la scuderia nel 2010: forse la casa francese parteciperà al Mondiale, forse no.

Rischia di diventare l’ennesima batosta per un contesto che – con l’avvento di Jean Todt alla Presidenza Fia – avrebbe dovuto risollevarsi e cancellare gli scandali più recenti – uno dei quali ha visto come protagonista proprio la scuderia francese – ma in realtà vede davanti a sè nubi nere e cariche d’acqua. Inutile nascondere che le parole dell’Amministratore Delegato di Renault, Carlos Ghosn, non siano affatto servite a sciogliere i dubbi:

“Dovrete aver pazienza. Faremo un annuncio sulla nostra partecipazione in Formula 1 prima della fine dell’anno. Lasciamo che la stagione si sviluppi in modo normale, non voglio turbare lo stato di fatto attuale con dichiarazioni da parte nostra, ma posso garantirvi che prima della fine dell’anno, annunceremo la nostra strategia rispetto alla partecipazione di Renault in Formula 1”.

Il segnale che qualcosa non giri per il verso giusto è chiaro: l’anno 2009, appena archiviato, non ha certo portato frutti alla Renault che, oltre ad aver chiuso con un ottavo posto francamente deludente in classifica costruttori, ha solo potuto beneficiare di un podio – quello di Fernando Alonso – sul circuito di Singapore (la stessa pista su cui si era verificato l’anno prima il fattaccio che ha coinvolto la scuderia, Nelson Piquet Jr, Flavio Briatore e Pat Symonds). In mezzo a molti dubbi, intanto, una certezza: quella che Fernando Alonso, dopo i due Mondiali vinti nel 2005 e nel 2006, si sia accasato alla Ferrari per puntare ad un ritorno alla vittoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>