Formula 1, Domenicali sulla stagione Ferrari: “Sin qui siamo da 6+”

di Moreno Commenta

Un inizio di stagione negativo, poi una lenta ma inesorabile ripresa nelle ultime gare, che ha condotto Fernando Alonso sul podio per quattro volte consecutive, compreso il successo conquistatonel Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone. La media é una sufficienza raggiunta a stento, almeno stando alle parole di Stefano Domenicali. “Se dovessi dare un voto alla nostra stagione fino a questo punto – dice il direttore della gestione sportiva della Ferrari direi un 6+, che rappresenta la media fra il brutto inizio ed una bella reazione che si è vista nella seconda parte“. La Rossa é giunta alla pausa estiva al termine di un momento molto positivo, che ha portato nuovo entusiasmo all’interno di tutta la scuderia: ma tutti a Maranello hanno la consapevolezza del fatto che c’è ancora tanto lavoro da fare per colmare definitivamente il gap con la Red Bull. “Siamo partiti sicuramente non all’altezza, ma abbiamo reagito bene – prosegue Domenicali -. Abbiamo migliorato significativamente la nostra vettura, tanto che Alonso è riuscito a fare molti punti utili. Felipe è stato protagonista di una partenza di campionato difficile, ma nelle ultime gare l’ho visto bene e sono certo che farà un finale di stagione tutta all’attacco. Mi aspetto di proseguire sulla strada che ha visto Fernando Alonso essere il pilota che ha fatto più punti di tutti nelle ultime quattro gare dalla ripresa fino alla fine della stagione. Il nostro obiettivo è vincere quanto più possibile e avere una vettura competitiva ai massimi livelli. Non dimentichiamoci che l’anno scorso, pur avendo lottato fino in fondo, eravamo comunque indietro rispetto alla Red Bull in termini di prestazione: vogliamo colmare il gap che, nelle ultime gare, si è già considerevolmente ridotto se non quasi annullato“. A Maranello si continua a lavorare rivolgendo il pensiero anche al 2012, per sviluppare la vettura che gareggerà nella prossima stagione. “All’inizio di settembre – conclude Domenicali – ci concentreremo esclusivamente sul prossimo anno anche perché abbiamo già definito tutti gli aggiornamenti della 150° Italia almeno fino a metà ottobre. Certo, se poi qualcosa dovesse cambiare allora reagiremo di conseguenza. Del resto, a parte l’area degli scarichi, il prossimo 23 agosto si riunirà Technical Working Group che dovrebbe chiarire ogni zona d’ombra, il regolamento è praticamente immutato quindi sviluppare la macchina di oggi serve anche a quella del prossimo anno“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>