Foto spia: la nuova generazione dell’utilitaria Premium MINI

di Riccardo Guerra Commenta

Mentre ancora si sta terminando lo sviluppo della nuova MINI Coupé e della nuova MINI Roadster (due declinazioni che potrebbero essere presentate al Salone di Francoforte 2011, tra il 15 ed il 25 settembre), la casa automobilistica britannica del Gruppo BMW ha iniziato i test su strada della nuova generazione dell’hatchback MINI, che sarà commercializzata a cavallo tra il 2012 e l’anno 2013: queste sono le prime foto spia dell’utilitaria compatta Premium che possiamo esaminare (ma non date giudizi definitivi).

Non trapelano abbondanti informazioni in merito alla vettura, da questa analisi: i camuffamenti sono davvero molto pesanti e non lasciano trapelare che dozzinali informazioni: la nuova generazione della citycar MINI sarà caratterizzata da una carrozzeria più lunga e più larga della versione che sostituirà (quest’evoluzione potrebbe tradursi nell’aumento del peso complessivo della vettura). Inoltre, la nuova MINI – nonostante il velo di mistero che l’avvolge in maniera abbondante – ci dà l’idea di essere diventata più massiccia (una sensazione che potremo appurare soltanto nel momento della presentazione ufficiale). Pochi saranno – probabilmente – i cambiamenti estetici all’esterno della nuova MINI: la vettura manterrà ancora un certo legame con il passato e sarà modificata soltanto lievemente. All’interno dello spazio abitativo, invece, probabilmente i mutamenti saranno più profondi: stando a quanto si osserva, la casa automobilistica ha adottato una plancia molto più comune e molto meno sbarazzina (simile a quella di tutti i modelli BMW oggi commercializzati); impossibile, in questo istante, esprimere un giudizio sull’abitacolo.

Anche per quanto riguarda l’evoluzione di tipo meccanico i dettagli che conosciamo sono davvero limitati: si dice che la nuova MINI sarà equipaggiata con una gamma di motorizzazioni più efficienti degli attuali (in fatto di emissioni e di consumi) e che sotto il cofano dell’utilitaria Premium troverà posto una famiglia di nuovi propulsori a tre cilindri (progettati dal Gruppo BMW per essere usati anche dalla gamma della casa automobilistica di Monaco di Baviera).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>