Jaguar XF Sportbrake, nuova station wagon Premium

di Riccardo Guerra Commenta

La casa automobilistica britannica Jaguar ha rilasciato le prime immagini ufficiali della nuova XF Sportbrake, la novità che ha preparato per il Salone di Ginevra 2012 e che, nel programma di sviluppo dell’azienda inglese, serve ad incrementare le vendite, in special modo in Europa. La nuova Jaguar XF Sportbrake sarà in vendita a partire da un momento non ancora precisato dell’anno in corso, a prezzi di poco superiori a quelli della berlina da una costola della quale è nata, Jaguar XF tout court. Perdonatemi se, per il momento, sono ancora molto scarse le informazioni in merito a questa vettura e se le fotografie non sono così nitide, così dettagliate, così abbondanti.

LINEA COMPOSTA E VIVACE La nuova Jaguar XF Sportbrake, come potete osservare, cambia esclusivamente nella parte posteriore della carrozzeria, là dove i tecnici della casa automobilistica hanno aggiunto una porzione di metallo, gonfiando il terzo volume e trasformando il modello in un campione di carico: la nuova station wagon di segmento E Premium viene dotata di una nuova superficie vetrata laterale e posteriore (che, per un gioco estetico, quasi sembrano connesse), di un tetto dalla forma inedita, di una nuova fascia paraurti posteriore, di nuovi gruppi ottici posteriori, di un nuovo portellone. Il risultato? Un miscuglio di linee raffinate, eleganti, composte, ricercate, come quelle di buona parte della gamma Jaguar, e di dettagli invece più grintosi, più scafati, più vivaci.

NUOVO BAGAGLIAIO Anche il vano di carico è – ovviamente – cambiato: la nuova Jaguar XF Sportbrake viene dotata di uno spazio molto più ampio (mancano i dati precisi in merito), che può essere ulteriormente ampliato abbattendo la seconda fila di sedute (creando un pavimento privo di scalini ed ostacoli, pulito, piatto).

STESSI MOTORI DELLA BERLINA La nuova Jaguar XF Sportbrake verrà dotata di meccanica identica a quella della berlina Jaguar XF: sotto il cofano dovrebbero battere un 2,2 litri diesel a quattro cilindri, un 3,0 litri V6 diesel ed un 5,0 litri V8 benzina, abbinati a trazione posteriore e a cambio automatico sequenziale a sei o ad otto marce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>