Mercedes Classe E, in fase di sviluppo una declinazione in fibra di carbonio

di Riccardo Guerra 1

La casa automobilistica della Stella a Tre Punte non ha confermato: a dirlo sono alcune indiscrezioni, rimbalzate dalla testata tedesca AutoBild in tutta la cronaca motoristica. Pare che la società di Stoccarda stia lavorando ad un suo modello, Mercedes Classe E berlina, per mettere al mondo una nuova versione alleggerita, realizzata utilizzando la fibra di carbonio. Un prodotto inusuale, dunque, nel panorama del segmento E Premium (quello a cui appartiene Mercedes Classe E), ed anche molto raffinato. Di questa vettura non possediamo che una manciata di informazioni non ufficiali: non abbiamo nome, non abbiamo fotografie. Ma sappiamo che dovrebbe arrivare nel corso dell’anno 2015.

Secondo le chiacchiere che abbiamo scelto di ascoltare, secondo le voci che vogliamo origliare, la nuova versione alleggerita di Mercedes Classe E berlina sarà più leggera di circa 350 chilogrammi rispetto all’odierna generazione della tre volumi di segmento E Premium e cioè peserà probabilmente circa 1.300 chilogrammi in totale. Come abbiamo detto, il risultato sarà garantito dall’ampio utilizzo di fibra di carbonio: il materiale dà la possibilità di diminuire la massa complessiva di un qualsiasi modello e, allo stesso tempo, di incrementarne la rigidità, rispetto all’acciaio normalmente sfruttato. Inoltre, questa nuova versione alleggerita di Classe E, in virtù delle proprietà del materiale usato, sarà anche più personale a livello di design: la fibra di carbonio ha meno lacci e lacciuoli di altri elementi e permette ai tecnici di dare libero sfogo al proprio estro: c’è chi – tra le indiscrezioni – suppone che la nuova Mercedes Classe E alleggerita sarà molto simile alla nuova Mercedes CLS, ma da qui al 2015 molta acqua passerà sotto il ponte della casa automobilistica.

La nuova versione alleggerita di Mercedes Classe E sarà anche dotata di una meccanica ecologica: ancora non è chiaro se la vettura di lusso sarà spinta da una motorizzazione ibrida o elettrica o se invece sfrutterà un’architettura ad idrogeno. Ciò che sappiamo è questo: la nuova declinazione sarà più prestazione ma anche più attenta a consumi ed emissioni.

Sarà venduta, sì: pare che il brand tedesco abbia intenzione di commercializzare il modello ad un regime pari a 20mila esemplari all’anno. Ma ci riuscirà (immaginando il prezzo, alto)?

Photo credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>