A Monte Carlo con la sorpresa Ferrari?

di Alba D'Alberto Commenta

pacco bomba a monte carlo tensione per la formula 1

Sta per iniziare il week end del Gran Premio di Monte Carlo, una delle gare di certo tra le più affascinanti del mondiale di Formula Uno. In un circuito cittadino, che più cittadino non si può, le inseguitrici delle cannibali Mercedes hanno maggiori motivi per sperare di ottenere una vittoria. Il circuito è inserito in un contesto pregiato e piacevole, ma a livello tecnico è caratterizzato dalla difficoltà di sorpassi.

 

In questo modo, potrebbe esserci la sorpresa. E a sperare è la Red Bull, in miglioramento, ma anche la Ferrari. Cosa succede se si riesce a portarsi davanti a tutti? Nei rettilinei la Mercedes ha dimostrato di non avere avversari, ma in un circuito come quello di Monte Carlo si potrebbe mantenere la posizione.

Il mondiale di Formula Uno fin qui ha detto solo Mercedes, leader nelle pole position e nelle affermazioni con Lewis Hamilton e Nico Rosberg. La Ferrari, dopo anni ad inseguire Sebastian Vettel e la Red Bull, punta ora al secondo posto e, perché no, sognare una vittoria nel Principato di Monaco non è impossibile.

Nel Gran Premio di Monte Carlo fare bene nelle qualifiche è fondamentale, proprio perché il circuito non permette molti sorpassi. Lo sa bene Kimi Raikkonen che si mostra ottimista e ha affermato: “Gara eccitante, specie con le vetture di nuova generazione. Anche se è complicato correre con i muretti vicini, è un Gp unico in cui bisogna dare il massimo sempre. La F14T cresce e i risultati arriveranno. Poi ha detto: “A Monte Carlo molto si decide in qualifica. Specialmente in questa stagione, con le vetture di nuova generazione, la competizione promette di essere molto eccitante. Queste nuove monoposto tendono a pattinare facilmente e a Montecarlo non c’è tanto spazio per le sbandate. Si tratta di una pista unica in cui bisogna dare il massimo dal primo al 78esimo giro. Molto si decide anche in qualifica, nelle quali cercheremo di fare il massimo per migliorare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>