F1 2012, Lauda: la Red Bull è la squadra da battere

di Sebastiano Cucè Commenta

Mentre Sebastian Vettel ha chiesto di aspettare Barcellona prima di poter stilare una gerarchia tra le squadre, il tre volte campione del mondo austriaco ha già deciso quale fra i team è il migliore.
niki lauda red bull 2012
Niki Lauda distrugge così la speranza di un campionato alternativo rispetto alle precedenti edizioni, intravedendo nella Red Bull il potenziale per poter puntare nuovamente al titolo, nonostante i regolamenti di quest’anno siano stati creati per eliminare il suo monopolio. Nel frattempo la stampa australiana ha dato per certo il rinnovo del contratto tra Mark Webber ed il suo attuale team.


niki lauda ex pilota f1
LAUDA IL VEGGENTE – Forse Niki parla perché è di parte, ma il nuovo punto di vista è contrario alle previsioni di inizio stagione. Già a fine 2009 la Red Bull era in possesso della migliore macchina. Ha vinto nel 2010 e dominato in modo incontrastato nel 2011. Ad inizio 2012 la squadra si è trovata impreparata a causa delle modifiche al regolamento che l’hanno direttamente interessata, in particolare nella zona che riguardava gli scarichi, ma una volta trovata la soluzione e secondo Lauda in Bahrain le idee erano già chiare, la Red Bull è destinata a trionfare ancora una volta:

In Bahrain hanno preso la macchina e le gomme giuste per la prima volta e hanno vinto. Essi hanno migliorato ulteriormente la vettura al Mugello, quindi vedo un enorme potenziale per un’altra stagione dominante

webber contratto red bull
WEBBER 2013- La smentita del pilota australiano in Ferrari è giunta durante i test del Mugello, così la stampa australiana ha scritto che il pilota firmerà almeno un altro anno con la sua attuale squadra, posticipando di almeno un’altra stagione il salto di qualità di Ricciardo o Vergne. Con i buoni risultati conseguiti fino ad ora, di sicuro c’è solo che Webber non si ritirerà dallo sport:

Mi sento completamente rinvigorito e mi sto davvero divertendo, il che si riflette nella mia guida e nei miei risultati. La pensione non è nemmeno sul mio radar al momento. I risultati ci sono e quando sono lì si continua a guidare

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>