Saab sarà ceduta a Mahindra&Mahindra prima del fallimento?

di Riccardo Guerra 5

La casa automobilistica Saab, che fino ad oggi avevamo data per spacciata, potrebbe tornare a vivere grazie al supporto di Mahindra&Mahindra, società indiana che – secondo alcune indiscrezioni – potrebbe essere interessata all’acquisizione dell’azienda svedese e che potrebbe aver già intessuto alcune relazioni in merito con l’attuale management del marchio nordeuropeo. Per ora non possediamo conferme in merito (ma neppure smentite), perché le trattative (in corso, secondo molti) sono private e segrete: non possiamo quindi dirvi quando e come Saab sorgerà (di nuovo) dalle sue macerie. Certo è che è già stata presentata istanza di fallimento e che quindi il tempo a disposizione per perfezionare la cessione della casa automobilistica di Trollhättan è molto poco.

Come ricorderete, pochi giorni fa (alla fine del mese di dicembre), è stata presentata istanza di fallimento per Saab, a causa di un pesante problema di mancanza di liquidità, alla fine di un travagliato periodo in cui creditori ed operai hanno fatto valere i propri diritti per ricevere il denaro spettante. Ma non solo: ad aggravare la già debole salute di Saab è stata la società nordamericana General Motors, precedente proprietaria del marchio, che ha posto il veto alla vendita del brand a Youngman, società cinese: perché? GM può ancora accampare diritti sulle tecnologie utilizzate dalla casa automobilistica di Trollhättan ed ha bloccato la vendita probabilmente impensierita dal fatto che un’azienda cinese, fino a quel momento sconosciuta, potesse mettere mano sul patrimonio meccanico/tecnico.

Secondo le voci, confermate dal Chief Executive Officer della casa automobilistica, Victor Muller, si sono fatte vive molte altre aziende per l’acquisto di Saab dopo le vicende dello scorso mese, tra cui un’ancora ignota società turca, dietro a cui si nasconde (pare) il Governo dello Stato asiatico-europeo, smanioso di possedere un marchio automobilistico nazionale di proporzioni internazionali.

Youngman è dunque definitivamente sparita? General Motors non ha più nulla da ridire? E dove sono finiti tutti i progetti di Saab? Cosa accadrà ai clienti che posseggono una vettura del brand? E a quelli che hanno ordinato un’automobile nuova?

Sono ancora molti (questi ed altri) i dubbi che fanno da contorno a questa vicenda.

Photo credits | Getty Images

Commenti (5)

  1. spero sopravviva, perche e un auto fantastica.

  2. spero sopravviva, perche e un auto fantastica.
    ne possiedo una e mi trovo benissimo
    aldo

  3. Mitica Saab!!! Che tristezza vederla così miseramente ridotta!! Ricordo i miei 18 anni e il mio mito automobilistico: La SAAB 900 Turbo Sedan!!!! Che auto! Bellissima e inarrivabile! Sono passati tanti anni da allora, ma quella mitica auto (e quei mitici anni) li ricordo ancora, forse con un pizzico di nostalgia, dettata dalla consapevolezza del trascorrere del tempo e del susseguirsi degli eventi!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>