Seat, il riscatto passa per il nuovo modello Leon

di Gtuzzi Commenta

Il marchio Seat ha previsto un investimento pari a 800 milioni di euro per il nuovo modello che verrà lanciato sul mercato, ovvero Leon.

seat leon produzione
L’obiettivo del marchio spagnolo è, senza ombra di dubbio, quello di provvedere ad aumentare la produttività e la competitività della fabbrica di Martorell.

seat leon produzione

OCCUPERA’ IL SEGMENTO C DEL MERCATO

Interessanti e degni di grande considerazione anche gli effetti di tale decisione che si ripercuotono sull’occupazione, dal momento che tale corposo investimento consentirà di offrire 1600 posti di lavoro in SEAT ed oltre 6000 posti nell’indotto.
Il costruttore spagnolo, quindi, ha confermato l’inizio della produzione del nuovo modello Leon, che è stata svelata nel corso dell’ultima edizione del Salone di Parigi. Per poter attirare la curiosità degli appassionati del mondo delle quattro ruote verso questo nuovo modello, la casa costruttrice iberica ha stanziato un investimento davvero importante, pari a 800 milioni di euro, che fanno parte del progetto di espansione di un modello fondamentale per Seat, come la nuova Leon.
Ovviamente, questo importante investimento fa parte anche dei piani di aumento della produzione all’interno dello stabilimento in cui vengono realizzate la Seat Ibiza, la Seat Altea, la Seat Exeo e la Audi Q3. La nuova Seat Leon andrà a posizionarsi sul mercato all’interno del segmento C, provando a ripercorrere le orme della Ibiza, una delle vetture più vendute sul mercato da parte del costruttore spagnolo.

FAVORISCE L’AUMENTO DEI POSTI DI LAVORO

La fase iniziale della produzione del nuovo modello Leon rappresenta certamente un’ottima notizia anche per quanto riguarda l’occupazione: proprio per mezzo di quest’auto, ci saranno 1600 nuovi posti di lavoro nella linea di assemblaggio della fabbrica di Martorell e più di 6000 posti di lavoro nell’indotto.
Andreas Tostman, il vicepresidente che si occupa della produzione del marchio spagnolo, ha evidenziato come, grazie al nuovo modello, la produttività è stata incrementata per una percentuale pari al 10% e, al tempo stesso, si sono registrati importanti miglioramenti anche per quanto riguarda la flessibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>