Auto d’epoca o auto storiche. Ecco la differenza tra le due categorie

di Alba D'Alberto Commenta

C’è una differenza tra auto d’epoca auto storiche e anche se tanti pensano siano la stessa cosa, interviene proprio il codice della strada a stabilire le differenze che danno luogo a diverse agevolazioni. 

Le agevolazioni fiscali previste dal governo sono diverse tra auto d’epoca e auto storica e, se l’auto possiede i requisiti necessari a essere dichiarata auto storica, il bollo e l’assicurazione saranno decisamente ridotte.Le due categorie di auto sono ben distinte tra loro e le certificazioni di auto storica o d’epoca comportano diverse conseguenze. L’articolo del Codice della Strada che prende in esame le tipologie di auto è il numero 60.

salone auto moto d'epoca padova 2012

I veicoli d’epoca – articolo 60 del Codice della Strada

Rientrano nella categoria dei veicoli d’epoca i motoveicoli e gli autoveicoli cancellati dal P.R.A. perché destinati alla loro conservazione in musei o locali pubblici e privati, ai fini della salvaguardia delle originarie caratteristiche tecniche specifiche della casa costruttrice, e che non siano adeguati nei requisiti, nei dispositivi e negli equipaggiamenti alle vigenti prescrizioni stabilite per l’ammissione alla circolazione. Tali veicoli sono iscritti in apposito elenco presso il Centro storico del Dipartimento per i trasporti terrestri.

Rientrano nella categoria dei motoveicoli e autoveicoli di interesse storico e collezionistico

tutti quelli di cui risulti l’iscrizione in uno dei seguenti registri: ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI. I veicoli di interesse storico o collezionistico possono circolare sulle strade purché posseggano i requisiti previsti per questo tipo di veicoli, determinati dal regolamento.

È sempre il codice della strada a fornire la definizione indicando anche le sanzioni per chi non si attiene a queste disposizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>