Auto d’epoca, che risparmio sulla polizza assicurativa

di Gtuzzi 1

Le auto vecchie, quelle tradizionali, come ad esempio la Fiat 500 o la Citroen Diane o, ancora, la Renault 4, potrebbero davvero rappresentare un prezioso alleato contro gli alti costi del bollo dell’assicurazione.

auto depoca risparmio rc auto
Infatti, si tratta tutte di auto che risultano molto più economiche in confronto a quelle nuove, dal momento che pagano una Rc auto davvero bassissima, compresa tra i 100 e i 170 euro ogni anno. Ecco spiegato il motivo per cui non dobbiamo stupirci se vedessimo sempre più auto classiche in giro per le strade di tutta Italia, anche in considerazione di una crisi economica che non lascia tregua al nostro popolo.

auto depoca risparmio rc auto

AUMENTANO LE AUTO STORICHE IN ITALIA

Infatti, è aumentata considerevolmente la quota di vetture con più di vent’anni alle spalle, come confermano anche i dati rilasciati dall’Aci: infatti, in base alle statistiche raccolte dall’Automobile Club le auto con più di 20 anni di età che circolano attualmente nella penisola italiana hanno quasi raddoppiato il loro numero nel giro di qualche anno.
Area C Milano, ecco tutte le novità
Infatti, al giorno d’oggi tale vetture raggiungono la cifra di 4 milioni di unità, mentre nel 2005 erano solamente 2 milioni e mezzo.
Si tratta di un aumento che è stato registrato anche dall’Asi, che ha il compito di gestire ed organizzare tutti i dati che si riferiscono alle auto storiche: infatti, nel registro di tali vetture, nel 2001, erano iscritti 55 mila modelli, mentre attualmente sfiorano le 200 mila unità.
Decreto Sviluppo, fa discutere il tacito rinnovo Rca
Senza dimenticare, sempre tenendo in considerazione i dati rilevati dall’Aci, che le rottamazioni sono in calo del 5% .

REQUISITI PER LE AUTO D’EPOCA

Quando una vettura può essere definita d’epoca?
Le vetture che si possono registrare come storiche sono quelle che hanno più di 20 anni di età: oltre i 30 anni di età si possono considerare “anziane” e hanno diritto ad alcuni vantaggi.
Infatti, l’Asi può vantare una convenzione con una famosa compagnia di assicurazione e mette a disposizione tre tipologie di certificazione: si tratta dell’attestato di storicità, il certificato di rilevanza storica e la carta di identità dell’auto, che rappresenta certamente il documento più importante per avere una polizza assicurativa con un cospicuo sconto.
Fiat, Marchionne risponde alle critiche su Fabbrica Italia
Per considerare un’auto d’epoca, infine, è necessario rifarsi ai requisiti indicati dalla legge e, nello specifico, dalla art.63 della legge 342/2000.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>