Salone di Detroit 2012: Ford, nuova Mustang Shelby GT500 Convertible

di Riccardo Guerra 1

La casa automobilistica statunitense Ford svelerà, all’imminente Salone di Detroit 2012, in programma tra il 9 ed il 22 gennaio venturi, la versione cabriolet (Convertible) di Mustang Shelby GT500, cioè la più potente ed aggressiva versione di Ford Mustang, una delle più note pony car degli Stati Uniti (o, se preferite, la variante cabriolet di quella Ford Mustang Shelby GT500 che il brand dell’Ovale Blu ha svelato soltanto pochi mesi fa, al Salone di Los Angeles 2011, in novembre). Per ora non possediamo immagini. Per ora abbiamo soltanto alcuni generici dettagli.

La nuova Ford Mustang Shelby GT500 Convertible verrà equipaggiata ovviamente con il medesimo propulsore della versione coupé già conosciuta alcuni mesi fa: si tratta di un motore in alluminio 5,8 litri V8 benzina con compressore volumetrico, capace di erogare 650 cavalli e capace di esprimere 813 Nm di coppia massima, abbinato ad un cambio manuale a sei marce con frizione a doppio disco. Questa potenza riuscirà a garantire una velocità massima superiore a 300 chilometri orari (la nuova Ford Mustang Shelby GT500 Coupé tocca i 320 chilometri orari, di conseguenza la nuova Ford Mustang Shelby GT500 Convertible dovrebbe arrivare da quelle parti). Ma non sarà solo questo: la nuova cabriolet super-sportiva di Ford verrà dotata di alcune modifiche in grado di garantirle un peso limitato (di poco superiore a quello dello coupé, pari a 1.750 chilogrammi), di un nuovo assetto, di un nuovo impianto frenante, di un nuovo impianto di raffreddamento, di un nuovo impianto di scarico e di un’aerodinamica specificatamente sviluppata.

Non bollate la nuova Ford Mustang Shelby GT500 Convertible solo come la mera versione cabriolet con tetto in tela di Ford Mustang Shelby GT500 Coupé: la vettura verrà dotata – secondo le indiscrezioni – di alcuni dettagli estetici esclusivi e di nuovi cerchi in lega sportivi (inediti).

La potremo conoscere tra alcuni giorni: rimanete sintonizzati.

Photo credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>