Ferrari ottimista a Valencia

di Sebastiano Cucè Commenta

Pare che il cavallino rampante sia tornato nuovamente alla carica. Kimi Raikkonen ha fatto segnare il miglior tempo nelle seconde libere, ma ciò che importa davvero è il fatto che la macchina pare avere un buon feeling con la pista, inoltre i problemi di affidabilità pare che siano stati risolti. Ecco i commenti dei due piloti dopo le libere del venerdì.


Kimi Raikkonen apprezza molto le caratteristiche del tracciato. Il finlandese ha confidato che gli ricorda molto i circuiti che si trovano nel nord America, infatti questo tracciato per essere nato dentro una città è ben diverso da gli altri, perché questo è costituito da ampie vie di fuga, ma soprattutto è un circuito che regalerà molte emozioni per il fatto che si raggiungono elevate velocità nonostante le caratteristiche.

Raikkonen confida in un buon bilanciamento della macchina. Il pilota si è concentrato sulle scelte delle gomme e pare che fino ad ora le sue soluzioni siano le migliori, ma anche quando il finlandese ha dichiarato di dover raccogliere ancora dei dati per poter ottenere il massimo dalla propria auto. Per quanto riguarda i sorpassi Kimi ha spiegato che qui saranno molto difficili ed è proprio per questo che il suo obiettivo è quello di agguantare un buon piazzamento durante le qualifiche del sabato pomeriggio.

Stesso discorso per Felipe Massa, il quale è arrivato 2° nelle prime libere e 4° nelle seconde. Il brasiliano spera di poter sfruttare al massimo i dati raccolti in queste ore per cercare di portare la sua vettura ad un livello superiore a quello dei propri avversari.

Anche Stefano Domenicali ha confermato la competitività della Ferrari, infatti l’uomo team manager crede fortemente in una buona prestazione sia nel sabato che nella gara della domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>