Formula 1, Briatore incorona Alonso. “Suo il titolo a meno di un disastro”

di Moreno Commenta

Alonso ha 11 punti di vantaggio, solo un disastro potrebbe fargli perdere il Mondiale“. Questo il pensiero di Flavio Briatore che sembra non avere troppi dubbi dopo il Gran Premio di Corea del Sud, che ha permesso allo spagnolo di balzare in testa alla classifica iridata, scavalcando Mark Webber. Il ferrarista, sempre secondo l’ex team manager della Renault, ha “l’80% di vincere il titolo – continua ai microfoni di Sky Sport a meno che la Red Bull non cambi strategia. Perdere il Mondiale con 14 pole, e la pole vuol dire che le macchine davanti sono le più veloci e normalmente dovrebbero vincere la gara, è incredibile. La Red Bull ha la macchina migliore ma sta cercando di perdere il Mondiale. E ci sta riuscendo“.

Per Vettel a oggi è impossibile vincere il Mondiale, idem per Hamilton – l’analisi di BriatoreGli unici due che possono vincerlo sono Alonso e Webber“. Ma se alla fine a trionfare non dovesse essere il suo pupillo, all’ex boss della Renault non dispiacerebbe un trionfo di Webber, “sarebbe bello per la Formula Uno – dice – Vettel ha un mucchio di tempo per vincere, ci sono 10 anni tra lui e Webber ma, ripeto, stanno facendo di tutto per perdere“.

Questi i demeriti degli avversari, ma Alonso ci sta mettendo molto del suo talento. “Ci ho sempre creduto – ricorda – Ho sempre detto che la Red Bull avrebbe fatto harakiri da sola e che Fernando aveva un vantaggio importante, hanno giocato a favore suo altrimenti il campionato sarebbe già finito da 3-4 gare“.

Ma se dopo Yeongam l’asturiano è a un passo dalla conquista del titolo iridato, è perchè la Ferrari è migliorata tantissimo in molti aspetti. “La macchina è fondamentale – concorda Briatore – Alonso guida sempre allo stesso modo, è la Ferrari che è più performante e in queste condizioni Fernando fa la differenza perchè fa meno errori degli altri. A parità di macchina ha qualcosa in più degli altri, quando ha vinto il primo titolo con la Renault era il più giovane pilota della storia a diventare campione del mondo. I suoi giri sono giri da qualifica, se la macchina risponde non fa errori e si è visto nelle ultime 5-6 gare, ci ha sempre creduto“.

Prima del Gp di Corea, Alonso aveva dichiarato che questa è la sua migliore stagione in Formula Uno, a prescindere da come andrà a finire. Nessuna offesa per Briatore, per carità, col quale lo spagnolo ha vinto due volte il titolo. “Se hai dieci fidanzate, la migliore è sempre l’ultima – ride – Per i piloti è sempre importante il presente, nè il passato, nè il futuro“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>