Un compromesso per salvare la F1

di Sebastiano Cucè 2

2009-06-17_1fota43040

Dopo che nei giorni precedenti la FIA aveva accentuato il suo impegno nel mantenere le attuali regole del budget cap, oggi la FOTA stende una mano al nemico, proponendo un compromesso che possa evitare la scissione tra i team e la Federazione Internazionale. I ribelli, così chiamati i team che non accettano restrizioni nello sport, hanno presentato una lettera a Max Mosley ed a Bernie Ecclestone, sollecitando i due a prendere una immediata soluzione e a firmare un nuoco concordato.


E’ giunto il momento, per l’interesse dello sport, di arrivare ad un compromesso urgente che possa fare finire il dibattito sorto per quanto riguarda le regole del campionato 2010” la lettera spiega “ Ci auguriamo che prendiate con impegno questa lettera, in quanto costituisce la volontà da parte dei team nell’impegnarsi fino al 2012 nello sport”.

Nella lettera la FOTA ha proposto l’utilizzo di regole per tutti e la volontà di ridurre i costi, grazie ad allo studio sulla restrizione delle risorse effettuato da un gruppo indipendente che annualmente farà il resoconto alla FIA.

Questo venerdì ci sarà ultra importante scadenza, perché scadrà il periodo nel quale si potrà modificare la lista dei team iscritti, tanto che nella lettera la FOTA chiede di prolungare tale data al 1 luglio, in modo tale da poter prendere una decisione e stipulare un nuovo patto della concordia. Attualmente risultato iscritti al campionato 2010 tre nuovi team, Campos, USF1 e Manor, ma oltre a queste new entry risultano anche Williams e Force India. Anche Ferrari e Red Bull sono state pubblicate dalla FIA per via di un accordo passato, ma la Ferrari smentisce e continua la lotta con la FOTA.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>