Gruppo Volkswagen, in arrivo nuovi motori modulari

di Riccardo Guerra 1

Soltanto ieri vi abbiamo mostrato le prime immagini ufficiali della nuova piattaforma modulare MQB, sviluppata dal Gruppo Volkswagen per adattarsi a circa sessanta diverse automobili comprese tra il segmento B ed il segmento D. L’idea di progettare e realizzare componentistiche modulari si muove per raggiungere il grande traguardo che il costruttore di Wolfsburg auspica di riuscire ad ottenere entro il 2018: diventare il primo, più grande, più importante colosso automobilistico sul pianeta. E questo non è l’unico investimento “modulare” che la società tedesca ha approvato ed affrontato: secondo alcune nuove dichiarazioni di Volkswagen Group i tecnici hanno sviluppato due nuovi motori modulari (appunto), che si integreranno al pianale MQB.

Si chiamano MOB e MDB: si tratta – rispettivamente – di una famiglia di propulsori benzina e di una famiglia di propulsori diesel. Per la loro modularità, questi motori saranno molto flessibili e potranno generare un ampio spettro di potenza: nel primo caso le motorizzazioni saranno in grado di esprimere da 60 cavalli a 150 cavalli, mentre nel secondo caso i propulsori saranno capaci di generare una potenza compresa tra 90 e 190 cavalli. Nessuna indicazione in merito alle cilindrate: di questi nuovi motori del Gruppo Volkswagen possiamo soltanto dire che saranno dotati di quattro cilindri in linea.

Sono stati progettati, ovviamente, in modo che siano efficienti ed attenti ai consumi e le emissioni: oltre ai sistemi Start&Stop e di recupero dell’energia in frenata, questi motori potranno usare il sistema di disattivazione momentanea dei cilindri ACT (il primo ad usarlo sarà il nuovo 1,4 litri benzina sovralimentato di Audi A3).

Sospettiamo che nella progettazione i tecnici del Gruppo Volkswagen abbiano lasciata aperta la porta ibrida: questi motori saranno probabilmente in grado di interfacciarsi e di lavorare in cooperazione con motori elettrici.

Il loro debutto dovrebbe avvenire in maniera graduale, a partire dal lancio della nuova Audi A3 e della nuova Volkswagen Golf.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>