Sempre più team in F1

di Sebastiano Cucè Commenta

2009-04-27_1311international43

La riduzione dei costi proposta da Mosley, pare sia diventata una calamita per nuove squadre che intendono approdare nella massima formula. Non è ancora confermato il limite dei budget per l’anno prossimo, ma se la soglia sarà fissata entro i 30 milioni di sterline, la griglia di partenza del prossimo campionato sarà sicuramente affollata. Recentemente si erano affacciate la Lola, ex squadra di F1 e l’Aston Martin, per non parlare della Prodrive. Adesso pare che anche la iSport International, squadre attualmente impegnata in GP2, sia molto interessata ad entrare nel circus.


Con arroganza e molta determinazione, Paul Jackson, team boss della iSport International, ha confermato l’interesse accennato: “ il mio scopo è di dimostrare a gente che vive in Formula Uno quanti soldi spreca per correre”l’uomo ha continuato “ le attuali squadre non sono abituate a lavorare con budget così limitati, quindi se dovessimo entrare lavoreremmo su un progetto nuovo, creato su carta bianca. Siamo molto abili quando le risorse a nostra disposizione sono limitate”.

Una decisione presto verrà presa dal presidente della FIA Max Mosley, il quale in occasione del Gran Premio del Bahrein ha inviato a tutti i team partecipanti una richiesta di pareri per cercare di raggiungere una conclusione che possa accontentare tutti. I grandi team hanno risposto che l’idea è buona, ma che comporterebbe gravi problemi alle grandi aziende che operano su periodi economicamente lunghi.

Sempre in tema riduzione costi, Mosley ha ribadito il concetto di utilizzare in futuro dei motori unici, notizia che ha fatto innervosire il presidente della Ferrari Montezemolo, che trovatosi in Bahrein ha confermato il disappunto per questo argomento, ribadendo l’assenza del team italiano al prossimo incontro per discutere di ciò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>