Non esistono più i piloti di una volta e la Ferrari è il top, parola di Vettel

di Alba D'Alberto Commenta

Due recenti interviste di Vettel gettano una nuova luce sul Circus che con i nuovi e serrati ritmi non è più il luogo tranquillo di una volta, ma soprattutto illuminano il percorso della Ferrari che secondo il campione tedesco è cresciuta più di tutte le altre scuderie. 

I risultati di una scuderia si misurano soltanto sulla base dei punti accumulati gran premio dopo gran premio? Questa prospettiva per quanto interessante è di breve periodo. Ad essere lungimiranti di ogni scuderia devono essere valutati anche i margini di miglioramento. E Vettel su questo punto è più che preciso: è la Ferrari la squadra ad aver dimostrato di sapersi migliorare più delle altre.

Dice Vettel che nella stagione in corso, per la prima volta veste la casacca Rossa di Maranello:

Nessun team ha fatto passi in avanti in questo 2015 come la Ferrari. In generale, il progetto in corso è molto promettente e sono molto fiducioso per il futuro. La prima metà della stagione è stato fenomenale: se si guarda alle prestazioni della vettura della passata stagione, tutto va meglio di quanto ci si aspettasse. Credo che la Ferrari abbia fatto il passo in avanti più grande di tutte le squadre, e non so perchè questo è così difficile da capire per alcune persone. All’interno della squadra siamo molto orgogliosi e felici di quello che abbiamo raggiunto in tutte le aree.

Al di là del panegirico della squadra tricolore, forse le parole più interessanti di Vettel sono quelle riferite al Circus e al suo cambiamento:

I rapporti tra piloti sono molto cambiati rispetto a 30 o 40 anni fa, quando tutto era più spontaneo e si facevano molte cose insieme, il Circus era più unito e si faceva gruppo. E’ triste. Ora ognuno pensa solo a sé stesso anche, perché siamo sempre più occupati nel corso dei week-end di gara. Se si guarda al programma di ogni pilota in occasione dei Gp si nota che non c’è tempo per stare insieme, in più ognuno mette i propri interessi prima di tutto il resto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>