Nuova Classe GLA, il test drive di Ultimogiro

di Luca Iannario Commenta

Durante lo scorso fine settimana, dopo la GLA Night Première che ha coinvolto le concessionarie Mercedes-Benz e in particolare quelle di Roma e Milano (per quest’ultima è stata realizzata lo scorso 27 marzo una diretta Twitter sul nostro canale) abbiamo avuto il piacere di provare in anteprima la nuova Classe GLA della Stella. Il primo Crossover Mercedes-Benz è stato testato per una giornata intera lungo il tragitto tra Roma e Grosseto, dove si è tenuta la conferenza stampa ufficiale di presentazione sulla Prua della Tenuta dell’Ammiraglia dei Marchesi de’ Frescobaldi.

IMG_0774
Metafora perfetta per quella che si preannuncia essere una delle vetture di punta del costruttore tedesco nel segmento delle auto a ruota alta. Si tratta di una vettura confortevole, ma aggressiva e briosa allo stesso tempo, a suo agio su tutte le superfici stradali, dalla città all’autostrada, dai sentieri sconnessi alle strade di montagna, grazie anche alla trazione integrale permanente 4MATIC, al cambio 7G-DTC a doppia frizione e all’ottimo coefficiente aerodinamico Cx pari a 0,29.

Le dimensioni contenute (4,417 x 1,804 x 1,494 mm) le permettono di adattarsi brillantemente ad ogni tipo di esigenza, grazie anche al design impeccabile degli interni, eleganti e raffinati, e dell’abitacolo. Non mancano gli spazi per affrontare comodi viaggi. L’ampio vano bagagli (421 – 1235 l) accoglie senza problemi almeno tre valigie di dimensioni medio/grandi.

La nuova GLA completa l’ampia offerta Mercedes-Benz a ruota alta: Classe GLA, Classe GLK, Classe ML, Classe GL e Classe G andranno a coprire le esigenze di un’ampia fetta di mercato. La casa di Stoccarda non nasconde di spingere molto sul segmento delle compatte, rivolte ai più giovani. Nel 2013 sono stati consegnati circa 372.000 esemplari di Classe A, Classe B e della nuova Classe CLA, la metà dei quali acquistati da clienti provenienti da marchi concorrenti.

Le motorizzazioni saranno disponibili sia benzina che diesel. La gamma di motori a benzina da 1,6 e 2,0 litri di cilindrata offre, rispettivamente, 115 kW (156 CV) della GLA 200 e 155 kW (211 CV) della GLA 250. Per quanto riguarda le motorizzazioni diesel, GLA 200 CDI eroga 100 Kw (136 CV) per 2,2 litri di cilindrata, mentre la GLA 220 CDI, a pari cilindrata, eroga 125 kW (170 CV). Per i più esigenti, inoltre, sarà disponibile anche la versione AMG con motore 2,0 litri per un massimo di 360 CV ereditato dalla Classe A 45 AMG e dalla Classe CLA A45 AMG.

IMG_0812
La nuova GLA sarà disponibile in tre allestimenti, Executive, Sport e Premium a partire da 31.990€ della versione 200 CDI Executive, fino ai 44.948€ della 250 Automatic 4MATIC Premium. Discorso a sé per la versione AMG, che avrà un prezzo di listino di circa 59.000€.

IMG_0831
Durante il nostro test drive, abbiamo avuto modo di provare la GLA 220 CDI Premium 4MATIC, top di gamma da 170 CV per 2,2 litri di cilindrata con trazione integrale, cambio al volante e design AMG. Una vettura piacevole da guidare sia in autostrada che offroad, dove il Crossover della Stella dà il meglio di sé, dimostrando di essere stato progettato anche per le condizioni stradali più estreme. Il fango dei sentieri toscani non sembra intimorire la nuova GLA, che offre sempre una sensazione di stabilità e sicurezza ai passeggeri, grazie soprattutto alla trazione integrale 4MATIC. Durante il tragitto in autostrada abbiamo avuto modo di confermare la silenziosità e la comodità nel viaggiare anche per tempi prolungati. Uno dei fattori che colpiscono di più a primo impatto è lo sforzo di Mercedes-Benz nel progettare una vettura quanto più sicura possibile. L’Attention Assist, per il rilevamento di distrazioni o sonnolenza del guidatore, il Collision Prevention Assist, con tecnologia radar e Brake Assist adattivo, che aiuta a prevenire collisioni già a partire da una velocità di 7 Km/h, ambiscono a diventare uno standard di riferimento in ambito di sicurezza stradale attiva. In più, il Distronic Plus (optional) permette di rilevare veicoli lenti che precedono la vettura e di frenare automaticamente, nel caso di mancato intervento del guidatore, per evitare o attenuare potenziali impatti fino a 200 Km/h. Fino a 30 Km/h, inoltre, il sistema frena anche in presenza di veicoli fermi e riesce ad evitare i tamponamenti fino a 20 Km/h.

IMG_0787
È stato compiuto anche un grande sforzo di innovazione per quanto riguarda i consumi. I dati ufficiali parlano di consumi fino a 23 Km/l in modalità “Eco”, con potenza e cambiata gestite dal sistema di trasmissione automatica della nuova GLA. Le emissioni ridotte di CO2 (il GLA 200 CDI da 136 CV emette 114 g/km di CO2), grazie anche al sistema di “start&stop” automatico, permettono di considerare la nuova vettura della casa di Stoccarda piuttosto “green”.

IMG_0810
Unico punto negativo, a nostro parere, è da attribuire al sistema di infotainment presente a bordo (lo stesso, tuttavia, delle altre vetture Mercedes-Benz più recenti e simile a quello di concorrenti come BMW e Audi): nell’era dei dispositivi touchscreen abbiamo trovato assolutamente anacronistico l’utilizzo dello scomodo joypad a rotella per navigare i comandi del sistema di bordo. Confidiamo impazientemente sull’implementazione di CarPlay, il sistema di integrazione tra autovetture e dispositivi Apple con iOS di ultima generazione, che dovrebbe essere a disposizione delle Mercedes-Benz entro la fine del 2014.

Vi lasciamo con la photogallery del test drive e con il video dell’ultimo singolo di Alex Britti e Bianca Atzei, “Non è vero mai”, nel quale la nuova GLA interpreta un ruolo da vera protagonista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>