Terremoto in Emilia, Ferrari all’asta per beneficienza

di Marco Mancini Commenta

In seguito al terremoto in Emilia che ha fatto già 17 morti e danni per miliardi di euro, gli italiani sanno benissimo che se si attendono gli aiuti del Governo l’area colpita dal sisma è destinata a morire. Per questo ognuno si dà da fare come può, e sono così partite sottoscrizioni, servizi di sms ed aiuti di diversa natura per risarcire, almeno in parte, queste popolazioni.

terremoto emilia ferrari asta beneficienza

C’è però un’azienda che ha un forte legame con la Provincia di Modena ed è la Ferrari. Per questo il suo Presidente, Luca Cordero di Montezemolo, ha deciso di fare un bel gesto per racimolare subito un bel po’ di soldini da devolvere alle popolazioni colpite: mettere all’asta uno dei gioielli della casa di Maranello.

ferrari all'astaSi tratta di una Ferrari 599XX Evo, una macchina sperimentale che finora pochissimi collezionisti e piloti hanno potuto provare e che è stata prodotta in un’edizione limitatissima. Questo gioiellino ha un valore commerciale di 1,3 milioni di euro, ma sicuramente all’asta il suo prezzo lieviterà, e sarà destinato per intero alle popolazioni colpite dal terremoto.

La vettura è equipaggiata con il meglio della tecnologia Ferrari, frutto della ricerca sia sulle vetture stradali che in Formula 1, alla quale è stato applicato un pacchetto di contenuti tecnici volto ad aumentare le prestazioni e che permetterà ai clienti di beneficiare di un nuovo programma esclusivo in pista che si estende al biennio 2012-2013

si legge sul sito ufficiale della Ferrari. Ma non finisce qui. Alla stessa asta si è deciso di aggiungere anche caschi e tute originali di Alonso e Massa, un motore V8, alcuni orologi da polso della linea recentemente inaugurata al museo Ferrari ed altri oggetti del Ferrari Store. Il ricavato, per volontà dello stesso Montezemolo, sarà devoluto a quelle famiglie che hanno perso un parente nei diversi crolli che ci sono stati in seguito al sisma che ancora oggi sta continuando a far paura.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>