Tutte le dichiarazioni di Webber che fanno il gioco della Ferrari

di Alba D'Alberto Commenta

Sembra la settimana degli ex con tante dichiarazioni degli ex piloti del Circus che si spendono per i compagni di squadra ancora in corsa. Forse è l’effetto della fine del mondiale. Di seguito riportiamo la dichiarazione di Webber che spende parole molto positive per Vettel. 

Il giovane tedesco ha cambiato squadra proprio mentre la Red Bull affrontava l’anno peggiore di sempre e lo ha fatto ottenendo anche degli ottimi successi e riportando quasi agli antichi fasti la Ferrari. Un modo di fare e di correre che piace a tutti e che è rimasto inalterato nel tempo. Almeno stando a quello che dice Webber.

Mi sono ritirato al momento giusto, anzi forse mi sarei dovuto fermare un anno prima. Sono ben informato su cosa accade e mi piace guardarla, ma non seguo ogni sessione di prove“. Interrogato su cosa vorrebbe cambiare nel circus, Webber è perentorio: “Vetture più veloci, più rumore e renderla più accessibile per i tifosi.

Il GP di Germania del 2009, il mio primo successo, è il migliore ricordo che ho. Il peggiore, ovviamente, aver perso il campionato 2010.

Poi su Vettel dà il massimo:

Devo ammettere che Sebastian è riuscito a tirar fuori il meglio di me, più di quanto abbia mai fatto da solo. È stato importante averlo nell’altro lato del garage“. E aggiunge: “Il rapporto con lui ora è abbastanza positivo. Fu difficile per la squadra gestire quello scenario, specie nel 2010. Ha meritato tutto ciò che ha ottenuto, ma al tempo la nostra rivalità era molto spinta dai media. Vincerà altri titoli in Ferrari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>