Valentino Rossi esordisce in Ferrari

di Marco Mancini Commenta

Tante volte il nome di Valentino Rossi è stato accostato a quello della Ferrari, ma spesso solo per scherzo o per pubblicità.

valentino rossi esordio ferrari

La sua passione per le auto però non è mai stata nascosta, come non ha mai nascosto che quando abbandonerà le moto potrebbe pensare di darsi alle quattro ruote. Dopo un esordio con scarsi risultati nel rally, ora Vale ci ha provato con una vera auto da corsa sul circuito di Monza. Ma anche questa volta non è andata granché bene.

Si è trattato di una Ferrari 458 in occasione della 3 ore di Endurance, a Monza, al fianco di piloti professionisti. Ed anche se il risultato non è di quelli di cui andare fieri, solo diciottesimo, almeno si può parzialmente scusare visto che dopotutto si trattava della sua prima gara su un’auto turismo.

rossi circuito di monzaI DATI DELLA GARA – Il tutto poi è stato complicato ulteriormente dalla pioggia che sta affliggendo in questi giorni l’Italia, e non ha risparmiato il circuito brianzolo. Per questo Rossi non ha potuto provare il vero brivido della velocità dato che ha dovuto pensare più a controllare la macchina che a farla correre. 2 minuti, 7 secondi e 520 millesimi, questo è stato il distacco registrato da Valentino sul primatista nei 77 giri della corsa in cui in qualifica però non era andato così male, facendo registrare un discreto decimo posto.

Poi le varie vicissitudini della gara, il cambio di pilota, la pioggia e la Safety Car lo hanno fatto scivolare di parecchie posizioni, e l’impossibilità di effettuare sorpassi in condizioni così proibitive lo hanno costretto al diciottesimo posto su 55 concorrenti. Un risultato che per qualsiasi debuttante sarebbe oro, ma per uno abituato a vincere i mondiali si tratta soltanto di una falsa partenza. Non vediamo l’ora di vedere se quest’esperienza potrà servire a Valentino per migliorarsi anche nel mondo delle auto ed un giorno farlo esordire, magari in Formula Uno al volante di una monoposto Ferrari.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>