Video: Pagani Huayra all’interno della fabbrica modenese

di Riccardo Guerra Commenta

La nuova Pagani Huayra è stata mostrata dalla casa automobilistica nel corso delle ore passate, grazie ad una copiosa lista di immagini ufficiali, statiche ed impostate, che, in alcuni momenti, ci hanno fatto esternare opinioni poco positive sull’evoluzione di Pagani Zonda. In realtà, per poter dare un giudizio complessivo su Huayra dovremmo o avremmo dovuto attendere di vedere la supercar modenese più da vicino: in nostro aiuto, sopraggiunge un video della nuova fastback Pagani, che è stato realizzato dalla rivista automobilistica inglese EVO direttamente all’interno della fabbrica di Horacio Pagani, a San Cesario sul Panaro.

La fastback sportiva da oltre 1.000 Nm di coppia massima, dotata di 700 cavalli e di un sistema di doppia sovralimentazione, sta suscitando i commenti più disparati (come Ferrari FF, sta dividendo il pubblico degli appassionati): in movimento (seppur breve), la nuova Pagani Huayra sembra quasi meno massiccia, meno impacciata, meno bombata di quanto non ci appaia osservando le immagini ufficiali. Conservo (ma è mio personale ed umilissimo giudizio) il parere poco positivo in merito all’abitacolo: all’accensione del quadro, l’atmosfera interna della supercar modenese si tinge di mille luci e colori: forse davvero troppo appariscente.

La nuova Pagani Huayra è dotata di una monoscocca in fibra di carbonio e titanio e viene equipaggiata con un nuovo motore 6,0 litri benzina, che la divisione sportiva AMG della casa automobilistica Mercedes ha sviluppato affinché riuscisse a portare l’automobile a cento chilometri orari, da ferma, in 3,2 secondi e affinché le garantisse di superare i 370 chilometri orari di velocità massima (a raggiungere questi dati contribuisce anche il nuovo cambio automatico della fastback, cioè una trasmissione automatica sequenziale transaxle a sette velocità ed una sola frizione). La nuova Huayra ha un peso complessivo pari a 1.350 chilogrammi, che l’azienda di Modena ha saputo distribuire per il 44% nella parte anteriore della supercar e per il 56% nella parte posteriore.

Vogliamo parlare del pastore tedesco, accanto a Huayra, che ha un gusto raffinato nella scelta del territorio da marchiare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>