Volkswagen Golf, quindici milioni quelle prodotte a Wolfsburg

di Riccardo Guerra Commenta

Il costruttore tedesco Volkswagen annuncia al pubblico un nuovo traguardo, solcato con una delle autovetture più importanti – e rappresentative – dell’intera gamma oggi commercializzata: Volkswagen Golf. L’automobile di segmento C, infatti, ha raggiunto un volume di produzione, proprio durante la settimana appena trascorsa, pari a quindici milioni di unita nello stabilimento di Wolfsburg. All’interno della storica sede, in Germania, dove ha luogo anche il quartier generale di tutto il colosso (che raccoglie sotto la propria egida un pacchetto di marchi eterogeneo), è stata salutato l’esemplare numero quindici milioni di Volkswagen Golf.

Nello specifico, dalle linee di produzione dello stabilimento è uscita una celebrativa Volkswagen Golf GTI, di colore rosso tornado. L’allestimento sportivo identificato dalla storica – e ormai nobile – sigla alfabetica, viene equipaggiato con un propulsore benzina di 1.984 centimetri cubici, che eroga 211 cavalli e 280 Nm di coppia massima a 1.700 giri/minuto.

La media Volkswagen Golf è anche il modello che ha ottenuto il maggiore volume di vendita nella storia della casa automobilistica: la vettura di segmento C è giunta alla sua sesta generazione e viene commercializzata da trentasei anni. Tutto ciò ha reso il nome e l’immagine del veicolo noto persino a livello internazionale e rappresentativo in ogni economia ove viene venduta.

Il traguardo di quindici milioni di esemplari prodotti presso lo stabilimento di Wolfsburg si aggiunge al risultato di produzione a livello mondiale. Pari a ventisette milioni di unità. Il primo esemplare di Volkswagen Golf venne realizzato nella primavera del 1974 e, da allora, la linea di montaggio costruisce costantemente la media teutonica. Oltre a questo sito, Volkswagen Golf viene prodotta anche negli impianti di Zwickau (in Germania), Changchun (in Cina), Curtiba (Brasile) e Puebla (Messico), dal momento che l’automobile viene commercializzata a livello globale (ed ha bisogno di una diffusione repentina e capillare).

Nel Vecchio Continente, Volkswagen Golf viene immatricolata in maniera maggiore in Germania, laddove – quasi per un sentimento nazionalistico, più che per una reale supremazia – l’autovettura è leader indiscussa del proprio comparto da trentacinque anni. La media riesce a mantenere buone posizioni anche nel Regno Unito, in Italia, in Francia e in Spagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>