F1, Schumi rinuncia. L’ex campione: “Non posso sostituire Massa”

di Moreno Commenta

schumacher

Arriva come un colpo al cuore una notizia davvero clamorosa, e non solo per gli amanti delle Ferrari ma pure per gli appassionati di Formula 1 in generale, che già si stavano per mettere comodi sulla poltrona a gustarsi il ritorno di Michael Schumacher. Ebbene, dopo una settimana di allenamento portato avanti con ogni mezzo e proprio a poche ore dagli annunciati test del Mugello sulla vettura del 2007, il tedesco ha fatto marcia indietro e, con un comunicato pubblicato sul proprio sito, ha rinunciato definitivamente a fare il vice Felipe Massa.

Il testo pubblicato da Schumi recita testuale:

“Ieri sera ho dovuto informare il presidente Luca di Montezemolo e il team che sfortunatamente non sono in grado di sostituire Massa. Ho fatto veramente di tutto per rendere possibile il mio rientro temporaneo, ma con mio grande rammarico non ce l’ho fatta. Non siamo riusciti a venire a capo del mio problema al collo (dovuto a un incidente in moto, ndr), pur avendo tentato tutto il possibile dal punto di vista medico e terapeutico. Per questo il mio collo non può sopportare l’estremo stress richiesto dalla Formula Uno: è il chiaro risultato degli esami fatti nelle due settimana appena trascorse. Sono terribilmente contrariato e dispiaciuto per i ragazzi della Ferrari, e ripeto di aver fatto tutto il possibile: incrocio le dita per i prossimi GP della Ferrari”.

Dunque, cade in una frazione di un secondo una delle prospettive più allettanti di questa stagione di motori: quella di assistere al ritorno in pista del Re. A guidare la vettura di Massa nel corso del prossimo Gp, quello in programma a Valencia tra due settimane, ci sarà Luca Badoer.

Parole di rammarico sono giunte quasi immediatamente anche da Luca Cordero di Montezemolo, presidente della scuderia di Maranello, intervenuto anch’egli sulla vicenda con una nota diffusa in mattinata:

“Sono molto dispiaciuto per il problema che impedirà a Michael di tornare a gareggiare. In questi giorni avevo potuto apprezzare il grande impegno e la straordinaria motivazione che lo animavano e che avevano coinvolto il team e gli appassionati in tutto il mondo. Il suo ritorno avrebbe sicuramente fatto bene alla Formula 1 e sono certo che lo avremmo rivisto lottare per la vittoria. A nome della Ferrari e di tutti i suoi tifosi desidero ringraziarlo per il grande attaccamento alla squadra dimostrato in questa circostanza. D’accordo con Stefano Domenicali abbiamo quindi deciso di dare a Luca Badoer la possibilità di correre con la Scuderia dopo tanti anni di prezioso lavoro svolto nel ruolo di collaudatore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>